Elezioni a Meldola, Cavallucci si presenta ai cittadini: ecco i punti cardine del programma elettorale

Dal 1994 al 2001 ha fatto attività politica attiva a Meldola, ricoprendo il ruolo di consigliere comunale per il centro sinistra e successivamente ha ripreso a studiare laureandosi per la seconda volta in Architettura

Il candidato sindaco di "Idee per Meldola", Roberto Cavallucci, si presenterà giovedì sera alle 20.30 nella Sala del Consiglio Comunale di Meldola, in piazza Felice Orsini. L'appuntamento sarà un primo momento per conoscere il candidato alla carica di primo cittadino, oltre che occasione di partecipazione e confronto sulle tematiche in vista delle prossime elezioni amministrative.

Cavallucci, 49 anni, nato a Meldola da una famiglia operaia, ha un fratello, Marco, di 8 anni più giovane. Dopo avere frequentato le elementari e le scuole medie a Meldola, ha frequentato l’istituto tecnico per Geometri a Forlì.  Successivamente ha intrapreso gli studi universitari frequentando all'Università di Bologna la Facoltà di Geologia. Ha iniziato a lavorare all’età di 28 anni, quando sposandosi con Tiziana, è andato ad abitare a Forlì, iniziando anche il proprio percorso lavorativo presso il Comune di Forlì, dove ha avuto modo di collaborare ad importanti progetti cittadini, quali il restauro del complesso di San Domenico. Dal 1994 al 2001 ha fatto attività politica attiva a Meldola, ricoprendo il ruolo di consigliere comunale per il centro sinistra e successivamente ha ripreso a studiare laureandosi per la seconda volta in Architettura. Nel 2008 ha avviato un’attività professionale I punti cardine del programma, ancora in corso di definizione, verteranno su economia, lavoro, famiglia, sanità, volontariato, sicurezza, frazioni, sviluppo del territorio, agricoltura, opere pubbliche e cultura.

Territorio

Per Cavalluccio è necessario "un nuovo piano urbanistico per la città di Meldola. E’ prioritaria l’attuazione di un progetto di sviluppo per Meldola che sia una strategia di lungo periodo capace di unire la rigenerazione del territorio urbanizzato, attraverso la valorizzazione del centro storico con il recupero di diversi edifici, tra i quali la Rocca, il Palazzo del Podestà, l’Ex Ospedale e la rivitalizzazione degli spazi pubblici con una particolare attenzione alla eliminazione delle barriere architettoniche e la valorizzazione delle frazioni. Punto prioritario del progetto di Cavallucci sarà l’incentivazione alla rigenerazione urbana e dei privati, ipotizzando una riduzione del contributo di costruzione, incentivi volumetrici ed altre forme di premialità legate alla qualità architettonica e alla sostenibilità degli interventi, oltre alla previsione di deroghe alle distanze, densità ed altezze. Nell’ambito di questo progetto grande rilevanza e attenzione sarà prestata alle infrastrutture e alla mobilità, con l’individuazione di strategie di mobilità di vallata e la creazione di piste ciclabili che colleghino il centro con le aree produttive, senza dimenticare la necessità di un intervento prioritario sul Ponte di San Colombano. Sarà attuata una strategia ecologico ambientale che comprenderà la rete del verde, con una riqualificazione dell’attuale verde urbano, un piano di riforestazione delle aree pubbliche, una rete di connessione tra il parco fluviale, il parco delle fonti e Scardavilla e l’incentivazione dell’agricoltura biologica, oltre al sostegno alle produzioni locali ed al commercio a rete corta e la creazione di orti per gli anziani e per le famiglie, sulla scia del modello forlivese. Il tutto passerà dalla semplificazione della disciplina urbanistica, eliminando gli attuali strumenti PSC, POC e RUE e creando il PUG".

Economia

Inoltre serve un "nuovo patto con le imprese per produrre lavoro e occupazione. L’amministrazione promuoverà accordi operativi con le imprese per favorire sviluppo e lavoro, grazie alla definizione di strategie di sviluppo strategie di sviluppo sovra comunali e l’attuazione di un piano fiscale con la riduzione dell’Imu, un ripensamento della tassa sui rifiuti, anche in considerazione della situazione del mondo imprenditoriale, e la promozione di politiche di sostegno alle nuove imprese e il completamento delle aree artigianali".

Sicurezza

Tra gli obiettivi anche "un progetto per la sicurezza. Il concetto di sicurezza che la lista civica “Idee per Meldola” proporrà è una idea di sicurezza a 360° che include la sicurezza stradale, con la limitazione della velocità nelle aree più a rischio e la messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali. Protagonisti saranno anche i giovani per i quali è necessario ripensare la sicurezza cittadina con la promozione ed il rafforzamento delle collaborazioni esistenti, con Ausl e servizi della Prefettura, un maggiore coinvolgimento delle famiglie in un’ottica di prevenzione. E’ in questo momento necessario attuare un controllo del territorio maggiore, da realizzarsi grazie al potenziamento del ruolo dei Comitati di Frazione che possono agire come sentinelle sul territorio e garantire uno stretto monitoraggio, oltre all’importanza del ruolo della polizia municipale".

Salute

Spazio anche a salute ed i servizi sociali. "Meldola non può prescindere dalla propria vocazione socio-assistenziale e sanitaria - evidenzia -. Significativa è la presenza sul territorio di diverse strutture a forte rilievo sanitario e sociale come l'Irst, l'Istituzione ai Servizi Sociali per l'assistenza agli anziani e tante altre. Si tratta di insediamenti e servizi importanti che sono stati realizzati senza che all'origine ci sia stato un progetto unitario e strategico e che invece ora vanno valorizzati e qualificati con l’ideazione e la programmazione di infrastrutture e di servizi complementari, per far si che Meldola possa diventare Città della Salute. Lo sviluppo economico e sociale di Meldola è legato anche alla possibilità di valorizzare il patrimonio di relazioni, strutture e servizi che fanno riferimento all’Irst".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    In 600 al dibattito sui temi cattolici, la metà resta fuori. 'Fattore famiglia', la posizione dei candidati

  • Politica

    Burocrazia, tutti la combattono eppure cresce. Come i candidati vogliono rendere il Comune più snello

  • Cronaca

    Romagna Acque presenta "Acqua Ingegneria" in Regione. Dubbi del M5S

  • Cronaca

    Tragedia sui binari: circolazione dei treni rallentata al mattino tra Forlì e Faenza

I più letti della settimana

  • Non si presenta al lavoro da giorni, la sorella dà l'allarme: trovato morto in casa

  • Alluvione, lavori conclusi: sanato l'argine. Polemica sulle mancate casse di espansione

  • La disastrosa alluvione di Villafranca: centinaia di persone intrappolate, enormi danni

  • Continua il maggio vestito d'inverno, temperature in picchiata. E la diga tracima con la neve

  • Forte temporale colpisce il Forlivese, tanta pioggia in pochi minuti: diversi allagamenti

  • Alluvione a Villafranca: strade libere dall'acqua, cittadini alle prese coi danni

Torna su
ForlìToday è in caricamento