menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanità, Alessandrini: "Documentate le eccellenze di Forlì e Cesena"

Il libro bianco sulla buona sanità presentato dalla Fiaso (Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere) la scorsa settimana mette in luce le buone pratiche dell'Emilia-Romagna

Il libro bianco sulla buona sanità presentato dalla Fiaso (Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere) la scorsa settimana mette in luce le buone pratiche dell’Emilia-Romagna. Delle sessantanove esperienze selezionate a livello nazionale, cinquanta sono concentrate al Nord e di queste ben 25 riguardano l’Emilia-Rmagna. Le due Asl di Forlì e Cesena ne totalizzano sette. Lo comunica il consigliere regionale Partito Democratico Tiziano Alessandrini.

“La pubblicazione della Fiaso conferma l’alta qualità dei servizi e lo sforzo fatto dalla sanità regionale e locale per tenere il passo con una medicina che richiede sempre più cure personalizzate e la capacità di cogliere le opportunità messe a disposizione dalla ricerca e dall’innovazione, veri elementi di vantaggio competitivo.”, conferma Alessandrini.

“I progetti illustrati dalla Fiaso – sottolinea il consigliere  - sono stati selezionati prendendo a riferimento cinque aree tematiche: appropriatezza e qualità delle cure, assistenza territoriale, efficienza gestionale, innovazione tecnologica, comunicazione e promozione della salute. L’Asl di Forlì è stata menzionata in relazione al registro per le malattie croniche intestinali, mentre l’Asl di Cesena è stata segnalata in particolare per il progetto di bioingegneria tessutale della banca della cute, il progetto di teleconsulto per i pazienti colpiti da scompenso cardiaco ed il progetto Arianna, che offre un percorso di assistenza ai pazienti affetti da malattie reumatiche. Un altro progetto che ha meritato la citazione della Fiaso fa capo al sistema Area Vasta Romagna e riguarda il nuovo laboratorio unico di Pievesestina per la lavorazione del sangue, inaugurato pochi giorni fa."

“Occorre poi ricordare che a Forlì abbiamo un ospedale all’avanguardia per quanto riguarda l’efficienza gestionale: un campo che va dall’automazione  e dalla personalizzazione della somministrazione dei farmaci ai ricoverati fino alle azioni di pulizia. Inoltre, nei giorni scorsi, la sanità forlivese è stata protagonista ad un concorso internazionale svoltosi a Maastricht per l’informatizzazione delle sale operatorie. Insomma, - conclude Alessandrini - quella regionale, forlivese e cesenate rappresenta una sanità di eccellenza, sostenuta da professionisti capaci e competenti, da operatori motivati, dalla dirigenza che attua le scelte con efficienza, efficacia e qualità ed infine da una concezione della politica che porta a valorizzare l’azione di indirizzo, programmazione e verifica.”


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento