Sanità, Alessandrini (PD): "No al ticket del Governo"

Plaude il consigliere regionale Tiziano Alessandrini (Pd) alla dichiarazione diffusa oggi dall’assessore regionale alla Sanità Carlo Lusenti, che ha escluso l’applicazione in Emilia-Romagna di un ulteriore ticket per i “codici bianchi” del Pronto soccorso

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Plaude il consigliere regionale Tiziano Alessandrini (Pd) alla dichiarazione diffusa oggi dall’assessore regionale alla Sanità Carlo Lusenti, che ha escluso l’applicazione in Emilia-Romagna di un ulteriore ticket per i “codici bianchi” del Pronto soccorso.

 
“Reputo la manovra finanziaria del Governo, in approvazione in queste ore, profondamente iniqua verso i lavoratori e in generale le fasce medie della popolazione – dichiara Alessandrini – e proprio per questo diventa fondamentale salvaguardare la nostra sanità.”  
 
“Non si possono sottrarre 482 milioni di euro al Fondo sanitario pensando di sostituirle col ticket di 10 europer ogni ricetta di prescrizione di visite ed esami specialistici, - sottolinea il Consigliere – sia perché grava in modo indiscriminato su tutti i pazienti qualunque sia il loro reddito, sia perché impoverisce il Servizio pubblico.”
 
“La volontà della nostra Regione di non applicare, comunque vada, ulteriori ticket sulle prestazioni di pronto soccorso – conclude Alessandrini -  è un segnale importante che ci rassicura come cittadini e rafforza l’alternativa politica a questo pessimo Governo.”
 
 
Torna su
ForlìToday è in caricamento