rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Politica

Sanità, polemica senza fine. Pasini (Udc): "Sindaci tutti allineati come studentelli"

"E' da troppo tempo che ci sentiamo raccontare delle belle favole e promesse che 'nelle prossime settimane' verranno esaminate proposte"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

A Forlì non ci sono talenti. E' questa la frase, riferita da alcuni presenti all'incontro nel Salone Comunale di Forlì, (riportata e riconfermata dal Carlino), che il numero uno della sanità romagnola Marcello Tonini avrebbe proferito durante la riunione con i sindaci del territorio e alcuni dirigenti dell'azienda sanitaria. Sinceramente di questa frase poco mi importa per due buone ragioni: Primo perchè la professionalità dei primari e del personale è riconosciuta dai curricula e dall'esperienza maturata in anni di lavoro, oltre che dalla fiducia dei pazienti, molti provenienti anche da fuori regione! Secondo perchè non mi interessano le beghe di 'politica' chiacchierata. Altro è ciò che vorrei sapere dai sindaci presenti alla riunione, che si sono affrettati ad affermare che 'la rappresentazione di quanto avvenuto e detto nel corso dell'incontro ... non corrisponde al vero'. Lor signori hanno chiesto alla dirigenza Ausl che cosa sia stato fatto di concreto per la sanità pubblica? E' da troppo tempo che ci sentiamo raccontare delle belle favole e promesse che 'nelle prossime settimane' verranno esaminate proposte e direttive! Il tempo passa e i problemi rimangono. Sui posti letto che in presenza di un piccolo sovraccarico vengono meno, che cosa si è ottenuto? Fra qualche settimana potrebbe esserci  il picco dell'influenza. Che facciamo ospitiamo i pazienti in corsia? Dobbiamo aspettare che si verifichi l'ineluttabile per decidere? I Signori Sindaci, si sono fatti dare “risposte certe”, ovvero data di inizio lavori per l’adeguamento del Pronto Soccorso, Garanzie su una “totale revisione” della Bozza di Organizzazione, a partire dall’eccellenza dell’IRCS di Meldola (rete oncologica) e proseguendo con la salvaguardia di “primariati” (esempio Nefrologia e Malattie Infettive). Sono questi i reali problemi che mi importerebbe vedere al centro dell'attenzione, oltre che della dirigenza Ausl anche dei Sindaci, che debbono rendere conto ai loro amministrati. Dove sono finiti lo 'sdegno' e le roboanti affermazioni dei primi cittadini, sindaco Drei in testa, alla notizia che mancavano posti letto con  rinvio anche degli interventi? 'E' un fatto inaccettabile che non deve verificarsi più!' fu la chiosa finale, poi al termine dell'incontro dall’altro ieri  tutti allineati e coperti come bravi studentini richiamati all'ordine dal Preside.

Andrea Pasini segretario regionale UdC

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, polemica senza fine. Pasini (Udc): "Sindaci tutti allineati come studentelli"

ForlìToday è in caricamento