Sanità, Ragni (FdI): "Conclusa l'emergenza potenziare assunzioni, servizi e infrastrutture"

A lanciare la proposta è l'esponente forlivese di Fratelli d'Italia, Fabrizio Ragni

"Sono stati tagliati posti letto, piccoli ospedali, personale, sono stai fatti accorpamenti discutibilissimi (vedasi la creazione dell'Ausl Romagna) a fronte di spese per manager e consulenti ancora inammissibili, penalizzati con turni di lavoro massacranti: medici, infermieri ed operatori sanitari. Per questo diciamo che una volta superata l'emergenza sanitaria del Coronavirus si dovrà varare in Emilia-Romagna un piano straordinario di assunzioni, attuare ogni azione utile a garantire la sicurezza degli operatori e garantire quegli interventi infrastrutturali (ampliare i padiglioni, rafforzare accoglienza, foresteria, pronto soccorso e ambulatori) necessari da anni". A lanciare la proposta è l'esponente forlivese di Fratelli d'Italia, Fabrizio Ragni.

"Non vorremmo che a pagare il prezzo di una incapacità dirigenziale e politica a trovare soluzioni per nuove economie di gestione siano di nuovo operatori e professionisti della Sanità - prosegue Ragni -. Sono stati smantellati piccoli ospedali e tagliati i posti letto: da 16.000 a 13.000 in 10 anni in Emilia-Romagna. C'è carenza endemica di medici: nel 2025 ne mancheranno 600 secondo il fabbisogno territoriale nella nostra regione e reparti come i pronto soccorso, le medicina interna o le cardiologie ne avranno una dura ripercussione. Una carenza che s'è messa in luce proprio nell'emergenza Covid19 con il reclutamento, anche nella nostra regione, di medici e infermieri già andati in pensione, a fronte di scelte politiche (il numero chiuso all'università di medicina, le assunzioni bloccate, il mancato rinnovo dei contratti e pochi posti per la formazione) che hanno penalizzato la categoria".

L'esponente di Fratelli d'Italia ribadisce la gravità del problema: "Prima dell'emergenza da Covid19 s'è discusso a lungo del problema della migrazione degli utenti dalle periferie agli ospedali delle città dell'Emilia-Romagna, il pendolarismo intra-regionale causato dai tagli ai servizi con conseguente intasamento e allungamento dei tempi d'attesa per interventi chirurgici, accessi ai pronto soccorso ed agli esami specialistici. Ed oggi questa crisi sanitaria ha messo a nudo le criticità del sistema, che pure ha retto all'onda d'urto della pandemia, grazie anche all'abnegazione, in certi casi all'eroismo di medici e personale sanitario".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ragni insiste sulla necessità, superata la fase emergenziale da Covid-19, di "mantenere alta la capacità di risposta e la qualità dei servizi sanitari ai cittadini abbandonando le politiche attuate dalla sinistra di: disinvestimenti, tolleranza nella precarietà dei rapporti di lavoro, esternalizzazioni o indebolimento della rete dei servizi sanitari pubblici, avviando da subito un programma di nuove assunzioni e discutendo su scala provinciale di un programma di riallineamento tra le necessità della medicina generale e della rete ospedaliera e dei servizi sanitari, per evitare che a subirne il contraccolpo sia, oltre che il personale in servizio chiamato a turni a volte insostenibili, pur in presenza di un alto numero di medici precari, sia il cittadino/utente che è il soggetto a cui si dovrebbero dedicare – anche per diritto costituzionale – tutte le attenzioni e tutte le risorse".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Forlì parte la ribellione delle palestre: "Se imporranno la chiusura, non chiuderemo"

  • Covid-19, test sierologici rapidi gratis per studenti e famiglie: l'elenco delle farmacie

  • Coronavirus, due insegnanti e tre studenti infettati: classe dell'asilo in quarantena

  • Meldola in lutto per la scomparsa di Stefanino, il sindaco: "Una figura speciale per tutti"

  • Travolto all'uscita della scuola: bimbo trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Non paga i debiti della propria azienda: l’imprenditore creditore assolda i killer per ucciderlo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento