menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero Cgil, Bartolini (PdL) contro Balzani: "E' un irresponsabile"

"Se lo sciopero è un DIRITTO, la responsabilità è un DOVERE e scioperare in queste condizioni è da IRRESPONSABILI". Con queste parole il consigliere regionale Luca Bartolini ha scatenato un lungo dibattito

“Se lo sciopero è un DIRITTO, la responsabilità è un DOVERE e scioperare in queste condizioni è da IRRESPONSABILI". Con queste parole il consigliere regionale Luca Bartolini ha scatenato un lungo dibattito  su facebook nel proprio profilo commentando l'iniziativa odierna della Cgil, appoggiata da diversi partiti della sinistra.

“E vedere il Partito Democratico piegato sulle posizioni del sindacato rosso fa capire a tutti che l'alternativa a Berlusconi può essere soltanto la solita accozzaglia che va dal Pd a Diliberto, da leader dell'Idv Di Pietro a quello di Sel Nichi Vendola, insomma la solita storia di quando c'erano Prodi e Pecoraro Scanio. L'Italia a questa gente ha già dato, e pure parecchio, la solita litania antiberlusconiana non è più credibile, questo momento della storia del nostro Paese va vissuto con più responsabilità di quella che mostra la sinistra. Scaricare su Berlusconi e il governo di centrodestra le colpe della crisi che l'Europa, il Mondo intero, sta vivendo è un gioco troppo semplice, ma particolarmente apprezzato dagli esponenti del Pd”.

?“Tutti gli Stati d'Europa nonchè gli Stati Uniti d'America accusano contestualmente la crisi, vedi i crolli repentini delle borse, e sono chiamati a sacrifici", puntualizza il consigliere regionale del Pdl. “Noi più di altri visto il debito pubblico pesantissimo ereditato. In tutti gli Stati in crisi prevale l'interesse nazionale, da noi prevale la solita litania antiberlusconiana capitanata dalla Cgil che come unica soluzione proposta decide per uno sciopero generale. Perché Cisl e Uil, pur non mancando di criticare e migliorare la manovra dal Governo, non scioperano? Perché loro sono responsabili. La Cgil e il Pd no!".

“Lo sciopero di questa mattina ha visto l'adesione e la partecipazione di diversi amministratori locali: alcuni sindaci sono saliti sul palco per sparare contro il governo, abbandonando la loro veste amministrativa”. E Luca Bartolini ravvisa una sostanziale differenza tra il comportamento di sindaci e governatori di sinistra e quelli di centrodestra.

?“Renata Polverini porta la protesta, che pure io condivido, per i tagli agli Enti Locali, così come sta facendo anche Roberto Formigoni e altri rappresentanti di Regioni, Province e Comuni. E' evidente che fare una manovra crea scontenti, tensioni e divisioni. Ma alla fine per la Polverini, per Formigoni e gli altri, una volta fatte le proprie rivendicazioni nelle sedi opportune, così come fanno Cisl, Uil e Ugl, prevarrà l'interessa nazionale. Per la Cgil è sempre e comunque un no a prescindere, ingiustificato, ideologico. Dispiace vedere che alla sinistra estrema si sia allineato, come ai tempi di prodiana memoria, il solito Pd che non ha mai tagliato il cordone ombellicale con il passato. Dispiace infine che la strumentalizzazione sia stata adottata anche dal Sindaco Balzani che ha guidato il corteo Forlivese dato che provenendo dalla tradizione culturale repubblicana dovrebbe invece rappresentare l'anima più nuova del PD e prendere le distanza dall'anima massimalista che fa riferimento alla CGIL. ".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento