menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Segreteria Pd, "Per il nostro territorio" avanza proposte per un confronto costruttivo

La mozione “Per il nostro territorio”, che ha candidato per la segreteria territoriale del Pd la 33enne Alessandro Biondi, ha avanzato alcune proposte "perché il confronto possa essere costruttivo e, al di la del risultato ,dal Congresso non esca un partito lacerato"

La mozione “Per il nostro territorio”, che ha candidato per la segreteria territoriale del Pd la 33enne Alessandro Biondi, ha avanzato alcune proposte "perché il confronto possa essere costruttivo e, al di la del risultato ,dal Congresso non esca un partito lacerato". "La prima - esordiscono - riguarda la futura composizione della Segreteria e della Direzione . Noi proponiamo che in ogni caso i candidati Segretari prendano fin da ora l’impegno di comporre una Segreteria ed un Direzione rappresentativo di tutte e tre le mozioni".

"Inoltre proponiamo che nella Segreteria e nel Direzione almeno la metà dei componenti siano espressione dei Comuni della montagna e della collina e che ci sia una rappresentanza paritaria di genere - proseguono da "Per il nostro territorio" -. La seconda riguarda il modo di affrontare le prossime elezioni amministrative che interessano ben 11 comuni del nostro Comprensorio. Le priorità programmatiche e  le alleanze politiche debbono essere definite in una Conferenza Programmatica  ,aperta alla società, e da svolgere entro il mese di gennaio 2014".

"La terza riguarda i nostri candidati - continuano -. Per la scelta dei nostri candidati Sindaci noi proponiamo che si ricorra ovunque al metodo delle primarie di coalizione , precedute da ampie consultazioni da svolgere tra gli iscritti e gli elettori che si riconoscono nelle nostre liste  ed attraverso le quali identificare il candidato del nostro Partito. Le nostre consultazioni dovranno concludersi sempre con un voto".

"I candidati consiglieri debbono essere scelti attraverso lo stesso metodo e quindi attraverso consultazioni e votazioni tra iscritti ed elettori che assumono l’impegno a sostenere le nostre liste - aggiungono - Solo così potremo restituire peso e valore alla partecipazione e potremo rilanciare il ruolo dei nostri circoli evitando che le scelte dei programmi, delle alleanze e dei candidati siano il frutto di scelte fatte al chiuso e tra pochi".

Per noi di “Per il nostro territorio” la ricerca dell’unità è stata e resta sincera - concludono -. Ci abbiamo provato ma purtroppo non abbiamo avuto successo. Continueremo tuttavia ad impegnarci in quella direzione  perchè  non vogliamo che la competizione congressuale da leale e libera si trasformi in una disputa tra tifoserie ,o peggio in uno scontro all’ultimo sangue: del tipo “chi vince prende tutto e chi perde va a casa” La buona politica praticata  in un partito veramente aperto e democratico come deve essere il Pd non deve funzionare così".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento