menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza, l'Ugl chiede alla giunta Zattini di utilizzare le guardie giurate a supporto della Polizia Locale

E' quanto afferma Filippo Lo Giudice, segretario generale dell’Utl-Ugl di Forlì-Cesena, Rimini e Ravenna, facendo riferimento alla  piattaforma programmatica del sindacato sottoscritta nell’aprile scorso dal sindaco Gian Luca Zattini

"Le ultime scelte dell’amministrazione comunale tese al rafforzamento in uomini e mezzi della polizia locale e dell’implementazione del servizio di videosorveglianza cittadino e controllo stradale con il Targa system trovano il nostro favore. Adesso non resta altro che portare a compimento un altro progetto che la giunta di centrodestra, per iniziativa del sindaco Zattini, si era impegnata a sostenere in campagna elettorale. Ovvero, l’impiego della  vigilanza privata con funzione di prevenzione e segnalazione delle anomalie riscontrare sul territorio a tutela e sorveglianza del patrimonio e dei luoghi pubblici". E' quanto afferma Filippo Lo Giudice, segretario generale dell’Utl-Ugl di Forlì-Cesena, Rimini e Ravenna, facendo riferimento alla  piattaforma programmatica del sindacato sottoscritta nell’aprile scorso dal sindaco Gian Luca Zattini e che prevedeva fra i vari punti il ricorso da parte dell’amministrazione comunale alle guardie giurate per potenziare i servizi di vigilanza e controllo diurno o notturno nei siti a rischio furti o degrado.

Un utilizzo di questo tipo è già in corso di sperimentazione in numerosi Comuni italiani in Friuli, Lombardia, Veneto ed anche al Sud. In questi casi le guardie giurate sono utilizzate con funzioni di supporto ausiliario per la Polizia locale col compito esclusivo di segnalare alle Forze dell'ordine pubbliche o alla centrale della Polizia locale eventuali casi e far quindi intervenire polizia, carabinieri o vigili urbani. "Più volte - aggiunge Lo Giudice - abbiamo suggerito di utilizzare la vigilanza privata con compiti di  monitoraggio di piazze,  giardini e parchi pubblici, i cimiteri, la stazione o le zone maggiormente frequentate o a rischio microcriminalità. Considerando che la piaga dei furti , come riportano tutte le statistiche nazionali, attanaglia la nostra provincia, siamo dell’idea che si debba integrare maggiormente l’attività di controllo da parte degli operatori pubblici e privati per garantire al cittadino maggiore sicurezza".

Nella sede dell’Ugl, prima del voto amministrativo di questa estate il sindaco Zattini ed il vice Mezzacapo avevano sottoscritto e ritenuto “condivisibile” la piattaforma programmatica del sindacato. "Abbiamo incontrato Mezzacapo nel suo ufficio in Municipio anche poche settimane fa, e nuovamente ha garantito che si sarebbe fatto portavoce della nostra proposta in giunta - conclude il sindacalista -. A questo punto chiediamo di stringere i tempi e procedere già con l’inizio dell’anno nuovo con l’attivazione di un progetto vero e proprio che preveda l’utilizzo delle guardie giurate e ci rammarichiamo del fatto che un’iniziativa di questo tipo non sia stata adottata prima dal Comune, anche in questa fase di festività natalizie, quando le situazioni più a rischio per i cittadini, non solo furti, ma anche borseggi o irregolarità stradali varie, si intensificano". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento