menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il sindaco di Predappio si scaglia contro gli elettori di Grillo

"Cari amici di sinistra, cari amici di sinistra che avete votato M5S (siete in tanti, lo so…), mi rivolgo a voi che avete votato e fatto votare per Grillo e Casaleggio, li avete coccolati, li avete interpretati e li avete fatti diventare quello che sono diventati, seguendo non so quali imperscrutabili traiettorie mentali"

“Cari amici di sinistra, cari amici di sinistra che avete votato M5S (siete in tanti, lo so…), mi rivolgo a voi che avete votato e fatto votare per Grillo e Casaleggio, li avete coccolati, li avete interpretati e li avete fatti diventare quello che sono diventati, seguendo non so quali imperscrutabili traiettorie mentali”. E' il sindaco di Predappio, Giorgio Frassineti che dalla sua bacheca Facebook lancia strali (con un messaggio poi cancellato) contro chi ha votato il Movimento 5 stelle. Anzi più precisamente contro “voi giornalisti, professori, cantautori, manifattori e consumatori di cultura, voi che ridete con la Littizzetto, vi scialate con Santoro e con Travaglio, leggete Flores D’Arcais o Andrea Scanzi (e vi divertite pur) .Voi, insomma. Voi che sapete chi siete”.

E poi l'accusa agli elettori: “Mi rivolgo solo a voi perché vostro è il merito di quello che accade. Non certo di quelli che fino a ieri avevano votato Berlusconi e, dopo vent’anni di sfacelo, hanno pensato che votare per Grillo fosse l’unico modo per evitare che l’Italia avesse, per la prima volta nella sua storia, un governo di sinistra (disastrata, scoglionata, perfino fetente, non c’è alcun dubbio, ma che solo un ebete può mettere onestamente a confronto della destra di cui disponiamo). Vostro è il merito perché, per votare questi due irresponsabili, - tuona Frassineti - siete andati contro qualsiasi forma di buon senso e contro quella che avrebbe dovuto essere la vostra cultura e la vostra storia, mentre loro sono stati perfettamente coerenti con la tradizione, oramai quasi secolare, di una destra nazionale di pagliacci, populisti e imbonitori da fiera.Loro, dunque, hanno votato Grillo e Casaleggio a ragion veduta e con una visione politica sensata. Voi no”.

Poi chiede ai suoi interlocutori immaginari: “L’avete fatto per snobismo, per noia o per semplice coglioneria? Non lo so. Ma vi dirò quello che è evidente a tutti tranne che a voi. Il vostro Grillo e il vostro Casaleggio si stanno cacando addosso. Puntavano solo ad un incremento del loro patrimonio e della loro popolarità. Adesso si trovano a dover gestire qualcosa che non sono assolutamente all’altezza di gestire. Grillo dà fuori di matto perché questo solo è in grado di fare e spera che la bomba che si è trovato tra le mani si disinneschi da sola e, siccome è un baciapile, ogni notte prega san Giuseppe perché quei coglioni che lo hanno votato non lo votino più in tali proporzioni e il suo magnifico movimento scenda di nuovo a percentuali a una cifra: quel tanto che consenta a lui e al suo sodale mitomane di continuare a lucrare senza rischiare nulla. - conclude il primo cittadino - Con il personale politico (si fa per dire) che si ritrova questo probabilmente accadrà. Ma nel frattempo ci saremo riconsegnati con le mani legate e senza condizioni a questa destra postribolare. Volevo perciò dire grazie a tutti voi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento