menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Smog, i Verdi: "I blocchi sono inevitabili, stop ai commercianti"

" "I periodici e ripetuti allarmi riguardanti una situazione di pericolo derivante dall'insostenibile inquinamento dell'aria provocano sempre discussioni da bar sport, con i commercianti attestati contro ogni restrizione"

Per i Verdi il blocco totale del  è inevitabile, insieme con politiche coerenti e incisive a tutela della salute. E’ il monito che arriva dalla federazione forlivese del partito ambientalista: “I periodici e ripetuti allarmi riguardanti una situazione di pericolo derivante dall'insostenibile inquinamento dell'aria provocano sempre discussioni da bar sport, con i commercianti attestati contro ogni restrizione o limitazione del traffico e con l'amministrazione timidamente orientata a prendere le misure più indolori possibili”.

Continua la nota dei Verdi: “Da moltissimo tempo abbiamo avanzato proposte e combattuto scelte che sapevano anche i sassi che avrebbero aggravato la situazione : le autorizzazioni date per gli inceneritori di Hera e di Mengozzi sono il monumento alla responsabilità di chi , approvandoli, ha così consentito che in atmosfera venisse immessa una maggiore quantità di polveri inquinanti. Hera propone di bruciare altri rifiuti nell'inceneritore, contrasta in ogni modo la raccolta porta porta, preme perchè la Regione interpreti la legge che ha appena varato , evidentemente sotto la sua dettatura, in modo da consentire di bruciare rifiuti provenienti da altre province”.

“Il Comune sotto la pressione della Fondazione si appresta a realizzare in centro storico un nuovo parcheggio a piazza guido da Montefeltro e sotto la pressione della Serinar una altro ancora su viale Corridoni, mentre ne prevede altri in altre parti della città.  Sono in atto altri comportamenti contradditori che però si scontrano con la realtà costituita da un inquinamento crescente che impone alla fine il blocco totale del traffico come misura inevitabile ed estrema”.

“Si mettano il cuore in pace tutti coloro che hanno impedito con la loro ottusa opposizione a qualunque misura,  quelli che vorrebbero ancora Piazza Saffii piena di auto parcheggiate sull'ellisse che lottano strenuamente contro la regolazione del traffico motorizzato in centro e in tante zone residenziali, che pretendono di anteporre gli interessi di categoria a quelli più generali della salute di tutti i cittadini, che hanno ostacolato la messa in atto di varchi elettronici, di servizi di distribuzione delle merci non inquinanti, una efficiente  riorganizzazione del trasporto pubblico , per Forlì sono necessarie, urgenti , non dilazionabili soluzioni innovative all'altezza dei difficili problemi che abbiamo davanti”.

“La realtà impone che il problema dell'inquinamento dell'aria sia un tema centrale delle politiche non solo ambientali della Amministrazione, che richiedono di adottare anche soluzioni che possono apparire impopolari ma che devono consentirci di mettere in atto anche da noi i più positivi  esempi europei, le soluzioni più innovative e efficaci: tutti ne otterremmo benefici, a cominciare anche dagli stessi commercianti, finora i più tenaci alleati degli inquinatori”, concludono i Verdi Forlì.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento