rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Politica

Treni, Pompignoli: "Disagi per i pendolari dopo la soppressione del Freccia Bianca del tardo pomeriggio"

Il consigliere sollecita quindi la Giunta ad attivarsi presso Trenitalia perché nella fascia oraria del tardo pomeriggio siano previste più possibilità di corse verso le località romagnole

La soppressione del treno Freccia bianca, che faceva parte dell’offerta ferroviaria sulla tratta adriatica Bologna-Ancona nella fascia oraria tra le 18 e le 19, starebbe provocando disagi ai numerosi lavoratori pendolari, titolari di abbonamenti regionali Trenitalia e di carte ‘Mi muovo tutto treno’, che lo utilizzavano in quanto mezzo più veloce e diretto per raggiungere le località di residenza più distanti da Bologna, come Forlì, Cesena e Rimini. Lo riferisce il consigliere regionale della Lega Nord Massimiliano Pompignoli in una interrogazione rivolta alla Giunta, dove ricorda che sono centinaia gli utenti pendolari provenienti dalla Romagna diretti a Bologna o in altre città dell’Emilia e che "l’attuale offerta di treni regionali sulla tratta in questione, soprattutto in una fascia oraria frequentata da centinaia di viaggiatori, appare del tutto insufficiente soprattutto per chi affronta tragitti a più lunga percorrenza".

A sostegno di quanto segnalato, il consigliere porta "l’esempio del treno regionale delle 18.35, in partenza da Bologna con direzione Ancona, che è uno dei treni più affollati di tutto il servizio regionale al punto di risultare spesso inutilizzabile”. "Una soluzione al disagio di questi viaggiatori pendolari, nel caso in cui non fosse possibile ripristinare il Freccia bianca soppresso,- scrive Pompignoli- potrebbe essere quella di dare la possibilità a tutti i sottoscrittori di abbonamenti regionali Trenitalia e di carte ‘Mi muovo tutto treno’, che consentono di accedere a treni di categoria superiore come Freccia bianca e IC, di utilizzare normalmente anche i due treni Freccia Rossa che fanno servizio nella tratta Rimini-Bologna, in andata il FR 9592, Ancona-Milano, con fermate a Rimini (6.52), Forlì (7.16), Bologna (8.07) e in ritorno il 9591, Milano-Ancona, con fermate a Bologna (18.55), Forlì (19.29), Rimini (19.54)".

Il consigliere sollecita quindi la Giunta ad attivarsi presso Trenitalia perché nella fascia oraria del tardo pomeriggio siano previste più possibilità di corse verso le località romagnole e per individuare modalità di accesso automatico per i titolari di abbonamenti regionali Trenitalia e di carte ‘Mi muovo tutto treno’ ai due treni Freccia Rossa citati, a condizioni economiche ovviamente più vantaggiose per gli utenti rispetto ai costi della ‘Carta mi muovo AV’, già predisposta per chi usufruisce abitualmente di viaggi solo su treni ad Alta velocità, come per esempio sulla tratta Bologna-Firenze.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treni, Pompignoli: "Disagi per i pendolari dopo la soppressione del Freccia Bianca del tardo pomeriggio"

ForlìToday è in caricamento