Politica

Spese per il welfare agli immigrati, botta e risposta tra Avolio (Lega) e l'assessore Mosconi

"Il Pd ci propone una spesa per immigrati e nomadi di poco inferiore a quella per gli italiani poveri"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Resoconto di un Consiglio dell’Unione del 25 luglio dove un Pd ormai rantolante, con un’ arroganza politica, fá il bello ed il cattivo tempo decidendo le politiche economiche del walfare dell’Unione dei Comuni per il 2018. Siamo ancora qui a farci prendere in giro dal Partito Democratico e i suoi accoliti. Viene convocato alle 20.30 (ma inizierà alle 21 passate) in concomitanza con il mercoledì del cuore nonostante la Lega attraverso un mail del sottoscritto alla Presidenza avesse evidenziato una incompatibilità tra un consesso in cui devono essere discussi temi rilevanti e delicati ed il frastuono prodotto dalla musica in piazza . Parole gettate al vento.

Dopo l’audizione del Presidente di Romagna Acque ho contestato in apertura di Consiglio questa situazione e ho chiesto al presidente del Consiglio, Elisa Deo, di mettere ai voti la sospensione. Il Pd compatto vota contro la mia proposta legittima e di buon senso. Si  continua. Viene trattato l’Argomento sul Piano Industriale per la Salute ed il Benessere Sociale del Distretto di Forlì da parte della Dott.ssa Ibba e dell’assessore al Walfare e Politiche Sociali del Comune di Forlì, Raoul Mosconi. Lo stesso Assessore che la notte prima ha votato contro un emendamento sul Regolamento degli Impianti Sportivi che voleva favorire dal punto di vista economico i disabili e gli anziani indigenti. Il Centro Destra compatto è pronto a dare battaglia. Chiedo la parola e contesto la scheda allegata in cui si evidenzia un costo a carico della Comunità dell’Unione per immigrati e nomadi di 1.294.264,53 euro a fronte di una spesa per la povertà e le persone disagiate di 1.981.675,14 euro.

Nel 2018 dopo una crisi epocale che ha ridotto le famiglie del ceto medio verso la povertà andando ad infoltire questa classe di cittadini indigenti, il Pd ci propone una spesa per Immigrati e Migranti di poco inferiore a quella per gli italiani poveri. Roba da pazzi. Ma la cosa che ci lascia disgustati  è leggere le cifre del Comune di Forlì: immigrati e nomadi 191.564 euro; povertà e Indigenza 186.415 euro. Mi sono rifiutato di votare e per protesta ho lasciato l’aula, dicendo che è meglio che il Pd rimetta a posto il suo cervello in disordine che lo ha portato lontano dai bisogni degli italiani, la classe dei lavoratori e le famiglie, e verso l’assistenzialismo del suo nuovo bacino elettorale: immigrati e nomadi. La Lega non sarà complice di una Delibera che affama gli italiani e da contributi a Nomadi e Immigrati. Lascio ai cittadini ogni commento su questa devastante amministrazione della cosa pubblica da parte del Pd.

Daniele Avolio - Consigliere Comunale Unione dei Comuni 
Gruppo Lega

 

--------------------------------

117 milioni di euro ogni anno vengono investiti nelle Politiche Sociali e nella sanità territoriale per i cittadini, tutti i cittadini, del distretto di Forlì e dei Comuni della Romagna Forlivese. 117 milioni di euro, non chiacchiere demagogiche. Di questi 117 milioni di euro, 200mila (cioè lo 0,17%) sono stanziati dal Distretto per le poltiche dell’immigrazione, a integrazione del milione di euro stanziato dal Ministero degli Interni. Per il contrasto alla povertà vengono stanziati ogni anno 12 Milioni di euro, finanziati dal Comune, dalla Regione e da vari fondi statali. Le risorse messe in campo dai diversi enti e gestite dal Distetto di Forlì che io presiedo, concorrono alla qualità della vita di tutti i cittadini, senza distinzioni, così come previsto dalla Costituzione.

Assessore al Welfare Raul Mosconi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spese per il welfare agli immigrati, botta e risposta tra Avolio (Lega) e l'assessore Mosconi

ForlìToday è in caricamento