menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sport, Molea: "Rammarico per il mancato incontro tra società sportive, imprese ed istituzioni"

Il Consiglio Comunale a Forlì ha respinto la mozione che chiedeva di convocare un incontro tra società sportive, imprese ed istituzioni del territorio

Il Consiglio Comunale a Forlì ha respinto la mozione che chiedeva di convocare un incontro tra società sportive, imprese ed istituzioni del territorio. La mozione sullo sport era presentata da Pdl, Udc, Lega e sostenuta pure da Destinazione Forlì. Il capogruppo in consiglio comunale del Pdl, Alessandro Rondoni, ricorda che nel documento si chiedeva di "convocare al più presto in Comune, a costo zero, un incontro con tutti i rappresentanti dello sport cittadino e con quelli delle realtà locali istituzionali, economiche, imprenditoriali, per dare più impulso allo sport".

"Era un appuntamento importante, specie in questo momento in cui le varie società allestiscono programmi, squadre e sono alla ricerca di sponsor e abbonamenti per la prossima stagione - aggiunge Rondoni -. Si trattava di dare un segnale, senza dimenticare che a Forlì non c’è nemmeno l’Assessorato allo Sport. Ma la maggioranza ha votato comunque contro. Si è persa così un’occasione per dare un messaggio unitario». Conclude Rondoni: "L’Amministrazione sostenga lo sport, le numerose società e il vasto movimento di promozione sportiva, che svolgono un’importante funzione educativa e sociale, specialmente verso i giovani".

“Data la drammatica situazione, strettamente legata alla congiuntura economica, in cui versano le società sportive di base (e non solo), ritengo che mai come ora sia necessaria la concertazione da parte di tutte le forze politiche per avvicinare le componenti del tessuto imprenditoriale e sociale della città”, afferma l’onorevole forlivese Bruno Molea di Scelta Civica e Presidente Nazionale AICS.

“Questo perché – prosegue Molea – lo sport non rappresenta un elemento residuale dell’economia di un territorio, anzi offre occasioni di rilancio fungendo da elemento attrattivo, ad esempio attraverso le manifestazioni sportive di vertice, che portano in città visitatori in grado di dare nuova linfa alle attività commerciali. Lo sport inoltre costituisce anche, in quanto portatore di benessere e salute, un importante mezzo per ridurre la spesa pubblica a livello sanitario, oltre che un veicolo di valori positivi che possono formare le nuove generazioni e le future classi dirigenti”.

“Ricordo con dispiacere – prosegue Molea – che un Assessore comunale, non tanto tempo fa, definì Forlì ‘Capitale dello sport’, per i successi delle principali squadre di volley e basket, accompagnate da un fiorente sottobosco di società minori che alimentavano l’attività sportiva in città. Ora voglio sperare – conclude Molea – che venga avviato quanto prima un Tavolo permanente sulle attività sportive di base, la cui spinta propulsiva non deve esaurirsi”.

"Lo sport, anche se in un momento di crisi non è di certo una priorità - sostiene Elisa Petroni, presidente provinciale di ASI (Associazioni Sportive e Sociali Italiane) - ha un ruolo fondamentale nella vita di una comunità. Con i tempi che stiamo vivendo sono molte le Associazioni Sportive che per carenza di sponsor si vedono costrette a cessare la loro attività. Lo sport ha un ruolo importante nei processi di socializzazione ed educazione e un ruolo primario anche nella drastica riduzione delle spese sanitarie. Lo sport, se correttamente praticato permette di godere di migliori condizioni di benesse psico - fisico e migliora anche la qualità di vita dell'individuo. E' evidente, dice Petroni, che momenti di confronto a 360° tra tutti gli operatori del mondo dello sport sono fondamentali per far si che anche lo sport possa ,a costo zero ,essere aiutato e valorizzato. Potrebbero esserci tante proposte concrete da mettere in campo per vitalizzare lo sport Forlivese e credo che sia giusto poterlo fare anche in momenti di confronto come quello proposto. Ci aspettiamo come operatori attivi ed in crescita sul territorio una maggiore attenzione per il mondo dello sport e confidiamo nel buon senso di tutti gli amministratori locali affinchè effettivamente si creino le condizioni più opportune perchè non si lasci morire tante realtà associative che hanno anche fatto la storia dello sport Forlivese".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento