Striscioni davanti alle fabbriche metalmeccaniche contro il Ddl Monti-Fornero

E' iniziata all'alba di martedì la mobilitazione dei metalmeccanici della Fiom di Forlì nell'ambito della giornata in cui la Cgil dell'Emilia Romagna ha proclamato due ore di sciopero

E' iniziata all’alba di martedì la mobilitazione dei metalmeccanici della Fiom di Forlì nell’ambito della giornata in cui la Cgil dell’Emilia Romagna ha proclamato due ore di sciopero a fine turno in tutte le categorie e in tutti i luoghi di lavoro per partecipare ad un presidio davanti alla Prefettura di Forlì. Davanti alle fabbriche metalmeccaniche sono chiari e visibili gli striscioni dei lavoratori: “noi non molliamo”, “chi vota e sostiene il ddl Fornero non ci rappresenta”, “se passa il DDL, Referendum!”.



Quest’ennesima iniziativa, si legge in una nota dei sindacati, “dimostra ancora una volta che i metalmeccanici e la FIOM non hanno alcuna intenzione di mollare e che la controriforma del lavoro avviene contro e senza il consenso della maggioranza di chi lavora e paga le tasse. E’ un messaggio chiaro anche a quelle forze politiche che in Parlamento si apprestano a votare, anche alla Camera, la fiducia alla riforma: non rappresentano il sentimento e le aspettative dei lavoratori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro frontale sulla via per la Tangenziale: uno degli automobilisti non ce l'ha fatta

  • Dramma in A14, auto si schianta fuori strada e si ribalta nel fosso colmo d'acqua: un morto ed una donna ferita

  • Si ritrova "sgraditi ospiti" nella minestra: protesta per le larve nel pacco di pasta

  • Non rispondeva al telefono: trovato senza vita seduto sul divano davanti alla tv

  • Scontro frontale sotto il diluvio nei pressi della Tangenziale: due feriti, uno è gravissimo

  • Nuova avventura per Riccardo La Corte: brindisi d'inaugurazione per il nuovo ristorante che porta il suo nome

Torna su
ForlìToday è in caricamento