menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Suicidio Di Carlo, Turroni contro il M5S: "Speculazione politica"

Bordata dell'ex senatore dei Verdi Sauro Turroni alla lista Destinazione Forlì, accusata di strumentalizzare la morte di Angelo di Carlo

Bordata dell'ex senatore dei Verdi Sauro Turroni alla lista Destinazione Forlì, accusata di strumentalizzare la morte di Angelo di Carlo: “Mi spiace profondamente ma non posso condividere quanto è emerso nella conferenza stampa di oggi riguardante la commemorazione di Angelo Di Carlo. Molti, nei giorni subito dopo la sua  morte  hanno cavalcato la tragedia umana senza compassione per la persona, senza interrogarsi sulle ragioni profonde di un gesto tanto disperato , sulla assenza di  affetto e solidarietà vera che dovrebbero invece contraddistinguere i rapporti con le persone che condividono le nostre storie e le nostre idee, limitandoci tutti a rapporti assai poco umani”.

E ancora: “La politica, i movimenti ed anche le singole persone che hanno condiviso con Angelo idee, battaglie e iniziative avrebbero dovuto interrogarsi sui propri limiti : si pensa di essere in grado di salvare il mondo mentre non ci si accorge della solitudine e dei problemi di chi abbiamo accanto. Angelo quando venne da Roma era un Verde poi si allontanò perchè era attratto da altre esperienze, amava i movimenti, aveva idee di sinistra in ambito verde ed era libero nei suoi ragionamenti.  Era sempre attivo, sempre presente con proprie autonome idee e posizioni, non sapeva cosa fosse l'opportunismo. I temi del lavoro e della giustizia sociale erano il centro del suo pensare”.

Ancora Turroni: “Per questo non condivido che il suo gesto tragico e disperato non venga usato per riflettere sui nostri limiti , per interrogarci su quanto ha fatto, sulla solitudine nella quale si è trovato ad ideare il proprio gesto estremo, sul perchè non siamo stati capaci di aiutarlo ma si parli d'altro. Ritengo si sia troppo speculato su una tragedia umana, per modesti obiettivi politici, attribuendo ad altri ogni colpevole responsabilità, utilizzando cinicamente perfino il suo ultimo disperato messaggio. Purtroppo questo pare adesso essere il costume , fu così anche quando un consigliere regionale impugnò la telecamera per filmare il corpo di Cevenini gettatosi dal suo ufficio in Regione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento