menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tares, Pasini (Udc) chiede all'amministrazione di rateizzarla o posticiparla

Il consigliere comunale e segretario provinciale dell'UdC, Andrea Pasini, sollecita l'Amministrazione a considerare l'ipotesi di un posticipo della data di scadenza della Tares o almeno una rateizzazione del pagamento

Un'altra tassa da pagare per i cittadini e i commercianti forlivesi. Il 28 febbraio prossimo, infatti, scade il termine ultimo per il saldo della terza rata della Tares, “una gabella che incide in maniera consistente sul portafoglio del contribuente”. Prende carta e penna il consigliere comunale e segretario provinciale dell'UdC, Andrea Pasini, per sollecitare l'Amministrazione  a considerare  l'ipotesi di un posticipo della data di scadenza della Tares o almeno una rateizzazione del pagamento.

“La richiesta – continua il consigliere – vede in prima linea  gli esercenti commerciali e gli imprenditori che, già provati dalla crisi che ha messo a dura prova i loro bilanci e la sopravvivenza delle stesse imprese, debbono ora far fronte ad un'ulteriore vessazione.  Di fronte a queste giuste recriminazioni ho presentato un Question Time in Consiglio comunale nel quale sottolineo i motivi di fondo della richiesta. Va, infatti, sottolineato che i nostri concittadini hanno ricevuto a domicilio l’informativa con gli importi della tassa tramite modello F24 precompilato, solo pochi giorni addietro, con la certezza che il mancato pagamento comporterà un recupero crediti  di tipo giudiziario da parte di Equitalia e che il versamento  di quanto dovuto, dopo il 28 febbraio,  sarà gravato da ulteriori interessi e sanzioni.  Una situazione che ha suscitato una levata di scudi da parte di tutti i contribuenti. Voglio augurarmi – conclude Pasini – che l'Amministrazione tenga conto di queste richieste”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento