Tavolo dell'ambiente del Comune, Ragni (FI): "Attività di studio accademica"

"Prendiamo atto che il sindaco Drei, coadiuvato dall'assessore William Sanzani, risponde alla nostra proposta di  riattivare al più presto il Tavolo interistituzionale "

"Prendiamo atto che il sindaco Drei, coadiuvato dall'assessore William Sanzani, risponde alla nostra proposta di  riattivare al più presto il Tavolo interistituzionale in tema di diossine, furani e policlorobifenili (Pcb) nelle matrici ambientali ed alimentari del comprensorio forlivese che nel novembre del 2012 aveva confermato purtroppo l’esistenza di contaminazione – definita “diffusa e non trascurabile” – nel 57% degli alimenti indagati. Ma la sua risposta non ci soddisfa".

Questo il commento di Fabrizio Ragni, coordinatore provinciale e capogruppo comunale di Forza Italia, che già nei giorni scorsi, visto l'esito  del biomonitoraggio ‘Difendiamo l’ambiente con le unghie’ – che riporta come i bambini che vivono nella zone nord ed est di Forlì (dove sono dislocati i due inceneritori e le industrie locali) siano sottoposti a un inquinamento da metalli pesanti maggiore del 60% rispetto ai bambini che vivono nelle zone sud e ovest della città, aveva lanciato l'allarme sul versante della tutela ambientale e della salute umana.

Il sindaco su questo tema ha spiegato che "prosegue l'attività di monitoraggio e analisi del tavolo di coordinamento istituito dal Comune di Forlì nel 2016". "Ma a ben guardare - spiega Ragni -  non si tratta della riattivazione del monitoraggio delle  diossine, dei furani e dei  policlorobifenili, bensì di una semplice ed accademica  attività di studio e raccolta informazione su scala locale  e regionale che non produrrà alcun esito innovativo e aggiornato come invece sarebbe necessario attendersi, per chi ha a cuore il bene dei nostri concittadini e della salute ambientale del territorio in cui viviamo".

“Chiediamo dunque nuovamente al sindaco che venga ricostituito il Tavolo di lavoro con i rappresentanti di Comune di Forlì , Usl, Ordine dei medici, Arpa e Uffici tecnici preposti per disporre a distanza di 6 anni una nuova analisi a tappeto del territorio comprensoriale forlivese e gli effetti degli inceneritori e delle industrie presenti nel raggio compreso fra il sito di Coriano e le città confinanti, visto il dato preoccupante che è emerso dalla campionatura, pur non scientifica, ma dal valore statistico comunque rilevante, del biomonitoraggio ‘Difendiamo l’ambiente con le unghie’  ”: conclude  il coordinatore provinciale e capogruppo comunale di Forza Italia, Fabrizio Ragni .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cacciatore ferito da spari durante una battuta di caccia: soccorso in gravi condizioni

  • Colpisce due auto e poi si cappotta nel fosso: pauroso incidente

  • Stormi di migliaia di uccelli volteggianti sulla città, frastuono sugli alberi: la spiegazione del fenomeno

  • Falegname e pizzaiolo nei weekend, apre una pizzeria tutta sua: "Vetrina che si riaccende in centro"

  • Nella notte spunta uno striscione a Forlì: "Liberazione costellata di massacri e distruzione"

  • Salvini ritorna in città: "Aeroporto, Forlì deve essere collegata al mondo. Coop? Aiutare quelle vere"

Torna su
ForlìToday è in caricamento