menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terremerse, Morrone (Lega): "Errani chiarisca in un consiglio straordinario"

Sulla vicenda Terremerse interviene il Segretario Provinciale le della Lega Nord Forlì-Cesena, Jacopo Morrone, sull'onda della raccolta firme promossa dal gruppo consiliare regionale del Carroccio

“Pieno appoggio all’iniziativa dei nostri consiglieri regionali. E' necessario costringere il governatore Vasco Errani ad un assunzione di responsabilità”. Interviene con una nota sulla vicenda Terremerse il Segretario Provinciale le della Lega Nord Forlì-Cesena, Jacopo Morrone, sull’onda della raccolta firme promossa dal gruppo consiliare regionale del Carroccio.

“Inammissibile che Errani, investito di recente anche dell’incarico di commissario straordinario per la ricostruzione post-terremoto in Emilia, non riferisca in aula sulla vicenda Terremerse - prosegue Morrone -. Sosteniamo l’iniziativa dei nostri consiglieri regionali e del nostro capogruppo, Mauro Manfredini, che nonostante i mesi estivi chiede a gran voce la convocazione di un consiglio regionale straordinario per fare chiarezza sulla richiesta di rinvio a giudizio del Presidente Vasco Errani formulata nei giorni scorsi dal Procuratore Capo di Bologna.”

Il capogruppo leghista in Regione Mauro Manfredini ha lanciato  l’iniziativa per la convocazione di un consiglio 'agostano' sul caso Terremerse. “Invito tutti i Consiglieri regionali della Romagna a sottoscrivere la raccolta firme promossa da Manfredini e a mobilitarsi affinché il quorum richiesto per la convocazione dell’Assemblea regionale – un decimo dei consiglieri, come da statuto e regolamento – sia raggiunto al più presto; c’è tempo fino a giovedì.”

Infine conclude Morrone: “Lancio un appello ai Consiglieri regionali del territorio, Bartolini, Casadei, Alessandrini e Zoffoli affinché aderiscano all’iniziativa  lanciata dal nostro capogruppo in Regione e si assumano le proprie responsabilità dando prova di trasparenza politica. Dopo le parole è il momento di passare ai fatti.”

LA REAZIONE DEL PD - Quella di Morrone, replicano i consiglieri regionali del Pd Thomas Casadei e Tiziano Alessandrini, "è solo una provocazione che noi non raccogliamo. Ci chiede di sottoscrivere la raccolta firme per convocare un’Assemblea dedicata alle questioni giudiziarie del presidente Errani, per provocazione. Che sia chiaro: qualora venga convocata l’Assemblea Legislativa noi siamo pronti ad affrontare la questione a viso aperto perché crediamo nel lavoro serio della Magistratura. Non è certo il ferragosto che ci terrà lontano da questo appuntamento. Questa ennesima provocazione viene quindi da noi rigettata con forza. Da quale pulpito viene la predica, viene poi da dire".


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento