Trasporto pubblico, "Noi con Drei" chiede un potenziamento per il forese

La mozione segue la petizione dei residente di Pievequinta, Caserma e Casemurate nella quale viene chiesto un potenziamento del servizio pubblico

La lista civica "Noi con Drei" ha presentato una mozione sul trasporto pubblico a Forlì nella quale chiede alla giunta e al Consiglio comunale "di impegnarsi formalmente a destinare ulteriore risorse economiche, almeno 300.000 euro, in aggiunta nel bilancio comunale 2018 al fine di attuare servizi pubblici sperimentali da dedicare alle zone del forese, per dare una risposta sostanziale alle numerose istanze pervenute". La mozione segue la petizione dei residente di Pievequinta, Caserma e Casemurate nella quale viene chiesto un potenziamento del servizio pubblico.

"A partire dal 31 luglio entreranno in vigore delle modifiche ad alcune linee che da un lato permetteranno di ottenere un collegamento diretto fra: Stazione ferroviaria - Piazza Saffi - Ospedale e, dall'altro, conseguire una piccola quota di risparmio economico necessario per far fronte alle disponibilità di bilancio per l'anno 2017", viene ricordato nella mozione. Tali modifiche, viene riportato, "sono solo una piccola anticipazione di quanto in realtà  si dovrebbe mettere in atto per soddisfare le reali esigenze di trasporto della cittadinanza, soprattutto per avere ulteriori collegamenti diretti tra i quartieri periferici e stazione ferroviaria - Piazza Saffi - Ospedale".

La lista evidenzia come altri quartieri sono alle prese con "condizioni di insufficienza di servizi di trasporto pubblico per dirigersi alla zona centrale della città  ove insistono i servizi di prima necessità, per citarne alcuni Villafranca- San Martino in Villafranca, Roncadello, San Tomè, Grisignano, Malmissole, Carpena ed altri".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Forlì usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni chiusi fino al primo marzo in Emilia-Romagna

  • Un improvviso malore non gli lascia scampo: è morto Dino Amadori, direttore scientifico emerito dell'Irst

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

  • Rapinatore armato dal dentista: arraffa l'anestetico, chiede scusa e lascia pure il "pagamento"

  • Coronavirus, il presidente Bonaccini: "Stiamo valutando la chiusura di asili nido, scuole, impianti sportivi e musei"

Torna su
ForlìToday è in caricamento