Oltre 300mila euro dalla Regione per le Pro loco: "Rivitalizzano i piccoli centri"

L'assessore Corsini: "Rivitalizziamo i piccoli centri, soprattutto nelle zone montane e grazie al lavoro di squadra delle associazioni, favoriamo impegno e partecipazione"

La Regione investe 340mila euro per le attività di 15 associazioni di pro loco dell’Emilia-Romagna. I fondi, messi a disposizione attraverso un bando della Giunta regionale, sono rivolti all’animazione turistica e alla valorizzazione delle risorse naturali, ambientali, artistiche, storiche e culturali dell’Emilia-Romagna. Obiettivo: premiare la capacità organizzativa e l’efficacia dell’animazione turistica messa in campo dalle pro loco.

“Innovazione, impegno e partecipazione caratterizzano le tante realtà che accompagnano la vita delle piccole comunità - spiega l’assessore regionale a Turismo e commercio, Andrea Corsini -. Si tratta di attività importanti per rivitalizzare i piccoli centri, soprattutto in zone montane, e che coinvolgono diverse associazioni che lavorano insieme. Con questo bando la Regione riconosce l'impegno sociale e premia una forma di volontariato forte, presente su tutto il territorio regionale e capace di rafforzare la coesione di comunità, mettendola a servizio della valorizzazione del territorio, della sua identità, dei suoi prodotti di eccellenza, aumentando così l'offerta turistica locale”. Le attività sostenute riguardano la promozione di servizi e prodotti tipici turistici, del patrimonio storico locale ed eventi di valorizzazione del territorio. I contributi vanno dal 60 all’80% della spesa prevista nei progetti presentati.

I finanziamenti

Nel dettaglio, alla provincia di Forlì-Cesena spetteranno oltre 101 mila euro: quasi 30 mila euro sono destinati all’associazione pro loco Terra del Sole (Terra del Sole, Bocconi, Castrocaro Terme, San Benedetto dell’Alpe, Dovadola, Forlimpopoli, Modigliana e Portico di Romagna); 29.940 euro andranno all’associazione pro loco Cusercoli Chiusa d’Ercole che raggruppa Cusercoli Chiusa d’Ercole, Civitella di Romagna, Civorio, Corniolo Campigna, Fiumana, Meldola, Mevaniola, Predappio alta, Premilcuore, Santa Sofia, San Zeno e Spinello. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’associazione proloco San Piero in Bagno (San Piero in Bagno, Bagno di Romagna Terme, Borello Valle del Savio, Lago di Quarto, Mercato Saraceno, Montecastello, Pieve di Rivoschio, Sarsina, Selvapiana e Ranchio) riceverà 29.940 euro. Infine all’associazione pro loco Aisem che raggruppa Aisem di San Mauro Pascoli, Borghi, Monteleone, Montiano, Calisese Invita e Longiano andranno quasi 11.700 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il bollettino più nero per Forlì: tre morti. Deceduto anche un ragazzo di 26 anni, attivo negli Scout

  • Il coronavirus si è portato via il direttore di Romagna Acque Andrea Gambi

  • Coronavirus, il ringraziamento dell'azienda ai suoi dipendenti: un aumento in busta paga

  • Coronavirus, altri due morti a Forlì. I casi nel Forlivese salgono a 335

  • Coronavirus, rallenta ancora la crescita dei contagiati. Ufficializzate le prime guarigioni forlivesi

  • Bar aperto e colazioni ai clienti: tutti finiscono multati. Trovato aperto anche un minimarket: chiuso e multato

Torna su
ForlìToday è in caricamento