rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024
Politica

Ufficio Quartieri, Forlì e Co: "Bene ripristino dello staff, ma serve una riforma complessiva"

Per la lista civica si deve "favorire un più facile accesso dei quartieri ad atti e informazioni dell’Amministrazione"

Potenziamento e riorganizzazione dell'Ufficio quartieri. A chiederlo è Federico Morgagni, capogruppo di Forlì e co, che ricorda come i quartieri nello statuto comunale siano definiti come "i principali interlocutori nelle scelte programmatiche dell’Amministrazione", rappresentando interessi collettivi ed esigenze della comunità, oltre a essere un riferimento diretto per i cittadini. "Più volte negli anni abbiamo messo in evidenza come, al di là dell’indiscutibile impegno e professionalità dei suoi componenti, l’Ufficio quartieri soffrisse di un deficit strutturale di risorse umane, non riuscendo in tal modo ad agevolare l’accesso dei quartieri agli atti del Comune né il dialogo costante con l’Amministrazione. Tale situazione - afferma Morgagni - si è aggravata negli ultimi mesi a causa di pensionamenti e assenze per malattia, e l’inevitabile conseguenza di tale debolezza organizzativa è stata un ulteriore indebolimento dell’operatività dei quartieri e maggiori difficoltà nelle loro relazioni col Comune".

"L’impegno assunto dall’Assessora Baroni a provvedere al ritorno dello staff dell’Ufficio alle sue dimensioni originarie, sebbene tardivo, rappresenta un primo passo. Tuttavia - prosegue il capogruppo di Forlì e co - se si vuole mettere i quartieri in grado di svolgere gli importanti compiti loro attribuiti e rispettare quanto previsto dallo statuto del Comune, serve una riforma complessiva dell’Ufficio competente, che deve prevedere non solo un adeguamento del personale ma anche una revisione della sua organizzazione, competenza e funzionamento, in modo da favorire un più facile accesso dei quartieri ad atti e informazioni dell’Amministrazione, una più celere e trasparente procedura di presa in carico e evasione delle varie problematiche segnalate dai cittadini al Comune, un rilancio di importanti strumenti di cittadinanza attiva come i patti di collaborazione, e così via. Si tratta di questioni di cui, giocoforza, dovrà farsi carico la prossima Amministrazione, che auspichiamo dimostri per i quartieri, la partecipazione e la democrazia civica dal basso ben altra attenzione e considerazione di quella presieduta dal Sindaco Zattini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ufficio Quartieri, Forlì e Co: "Bene ripristino dello staff, ma serve una riforma complessiva"

ForlìToday è in caricamento