menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Università, lotta all’abbandono degli studi. 200mila euro extra per borse di studio

“L’intenzione di Er.Go - sottolinea Casadei - è offrire agli studenti servizi funzionali al successo formativo, attraverso specifiche misure di sostegno al primo ambientamento nel mondo universitario"

Ampliare il progetto di accoglienza con nuove opportunità per tutti gli studenti ospiti delle residenze e valorizzare la connotazione formativa del servizio abitativo per fare in modo che le matricole universitarie non abbandonino gli studi dopo il primo anno e che gli studenti ottengano il titolo di studio in meno tempo. E’ quanto prevede “l’integrazione a carattere sperimentale per la determinazione da parte di Er.Go”, l’Agenzia regionale per il diritto allo studio, “dei requisiti per l’accesso e la fruizione degli interventi e dei servizi” contenuta in una delibera di Giunta approvata dalla commissione Cultura, Scuola, Formazione, Lavoro, Sport”. A darne notizia è il consigliere regionale Thomas Casadei, capogruppo in Commissione.

L’intenzione di Er.Go - sottolinea Casadei - è offrire agli studenti servizi funzionali al successo formativo, attraverso specifiche misure di sostegno al primo ambientamento nel mondo universitario, l’attivazione di dispositivi consulenziali per gli studenti, attivazione di corsi utili alla definizione di un personale progetto di sviluppo formativo e professionale. Er.Go dispone nella sede di Modena di un congruo numero di posti alloggio rispetto al numero di studenti fuori sede e si è quindi ritenuto di applicare in via sperimentale i criteri negli anni accademici 2014/2015 e 2015/2016 per gli studenti iscritti ai corsi dell’Università di Modena e Reggio Emilia”.

La commissione — aggiunge Casadei - ha dato inoltre via libera ad Er.Go, approvando una seconda delibera di Giunta, per destinare al finanziamento delle borse di studio tutte le residue risorse già assegnate per la concessione dei prestiti”. L’attuale quantificazione è di 200.000 euro. Con questa manovra si utilizzano al meglio tutte le risorse finanziarie disponibili e si cerca di dare la più ampia copertura possibile alle domande degli studenti idonei alle borse di studio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento