menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vallisneri, Pasini (Udc) denuncia: "Visite durante i lavori”

C'è preoccupazione nell'intervento di Andrea Pasini, consigliere comunale e segretario provinciale dell'UDC, il quale chiede quali possibili soluzioni verranno adottate per lo svolgimento delle attività sanitarie

“Sono costretto a ritornare su un argomento già trattato, ma le decisioni dell'Azienda Sanitaria  Locale e l'assoluta mancanza di dialogo su un tema così delicato mi impongono di denunciare quanto sta verificandosi al padiglione “Vallisneri” dell'ospedale “Morgagni Pierantoni” di Forlì”. C'è preoccupazione nell'intervento di Andrea Pasini, consigliere comunale e segretario provinciale dell'UDC, il quale, preso atto che da qualche settimana sono iniziati lavori di ristrutturazione per la realizzazione di collegamenti verticali e funzionali, di sicurezza antincendio e di miglioramento sismico (durata intervento oltre 2 anni), chiede al Sindaco e alla giunta quali possibili soluzioni verranno adottate per garantire il regolare svolgimento delle attività sanitarie nei reparti che trovano collocazione nel padiglione oggetto dei lavori.

“Durante le fasi delicatissime di esecuzioni degli interventi (inserimento micropali, demolizioni con uso di martelli pneumatici demolitori e seghe per tagli di setti di cemento armato) come si pensa di proseguire le regolari attività sanitarie? – si chiede Pasini – Come è possibile ipotizzare di eseguire un ago aspirato in prevenzione oncologica, o una mammografia, o un  intervenire in sala operatoria su una cataratta, o utilizzare il laser per un occhio, o un taglio cesareo quando l'intero padiglione tremerà durante i lavori?"

"Fermare l'attività – continua Pasini – credo sia impossibile viste le lunghe liste d'attesa, allora come si intende dare garanzie al cittadino che deve sapere ciò che lo aspetta. Tra l'altro – conclude Pasini – mi risulta che  non tutto l’apparato medico e paramedico dei vari reparti, sia stato messo al corrente di ciò che li attende, al pari dei loro futuri pazienti. La situazione è quanto mai grave e seria e non credo proprio che il Direttore Generale si farebbe fare un ago aspirato o una mammografia durante una perforazione di un micropalo. Sull'argomento ho presentato un questione time, chissà se questa volta avrò una risposta da offrire ai cittadini".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento