menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il governatore Errani replica a Balzani: "Le istituzioni sempre ascoltate e coinvolte"

“Per quanto mi riguarda non mi interessano le polemiche – dice Errani - non le ho fatte nei mesi scorsi, anche quando se ne presentavano le ragioni, e non le farò nemmeno ora"

Le dichiarazioni del sindaco Balzani mi stupiscono e mi amareggiano per il modo e per i contenuti”. Lo dice il presidente della Regione Vasco Errani in merito alle affermazioni fatte dal primo cittadino di Forlì, che ha annunciato che non si ricandiderà alle prossime elezioni amministrative. “Per quanto mi riguarda non mi interessano le polemiche – dice Errani - non le ho fatte nei mesi scorsi, anche quando se ne presentavano le ragioni, e non le farò nemmeno ora".

"ISTITUZIONI ASCOLTATE" - "E’ una scelta di stile che nasce dal mio modo di interpretare il ruolo istituzionale. Io confermo che considero essenziale il rapporto con i territori e prima di tutto con gli amministratori. Penso – continua - che la Regione abbia responsabilità non alienabili ma, prima di essere un ente, sia soprattutto una federazione di città e di territori. Lo dico e lo pratico ogni giorno. Lo dimostra il fatto che ogni atto di programmazione di un qualche rilievo ha visto le istituzioni territoriali ascoltate e coinvolte".

"CI RIPENSI" - "Questa solida rete democratica è essenziale per il governo ed è il modo più efficace per contrastare ogni tentativo di inserimento di interessi non trasparenti o ‘schegge impazzite’ che, come tali, vanno sempre e comunque totalmente neutralizzate. Aggiungo che i temi della responsabilità e del protagonismo ampio valgono a maggior ragione nel percorso dell’Ausl unica della Romagna. Per quanto riguarda la ricandidatura - sottolinea Errani - mi auguro che Balzani ci ripensi".

"SOSTEGNO SERIO E COERENTE" - "Il sindaco sa come la penso, perché gliel’ho detto personalmente già qualche mese fa, in questa scelta sono determinanti i cittadini di Forlì. In tal caso avrà da me un sostegno serio e coerente, perché questo è il mio costume e il mio modo di lavorare, al di là dei possibili dissensi su una cosa o sull’altra - conclude il governatore -. Chi pensa ad altro sbaglia, come dimostra da sempre il mio comportamento. Per il resto ci sono le sedi politiche per un serio confronto che, come è giusto, ha tante voci e tanti protagonisti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento