Politica

Velodromo e ciclodromo, Samori (Pd) a Mezzacapo: "Progetti che vengono da lontano"

L'ex assessore allo Sport e consigliere comunale Pd, Sara Samorì, interviene dopo la presentazione dei progetti del vicesindaco con delega allo Sport, Daniele Mezzacapo

Riqualificazione del velodromo e nuovo ciclodromo a San Martino in Strada? "Sono progetti che vengono da lontano". A dirlo è l'ex assessore allo Sport e consigliere comunale Pd, Sara Samorì, dopo la presentazione del vicesindaco con delega allo Sport, Daniele Mezzacapo, del progetto di riqualificazione che interesserà l'impianto di viale Roma e di quello che riguarda la realizzazione di una pista per bici e pedoni in via Mazzatinti. Argomenta Samorì: "Negli ultimi cinque anni, a Forlì, sono stati investiti nell’impiantistica sportiva più di un milione di euro grazie ai contributi ottenuti attraverso bandi messi a disposizione da una forte proposta volta a promuovere, tra gli altri, il settore delle politiche sportive voluta dalla Regione  Emilia-Romagna (tra gli altri, la riqualificazione del Campo Gotti, nel 2016).  Così come sono stati realizzati i grandi eventi con un’attenzione particolare, però, alla ricaduta promozionale su quel mondo ed economico/turistica più in generale: cito solo due esempi, il Giro d’Italia Under 23 e la seconda edizione della Coppi e Bartali perché recente è la notizia della loro riproposizione.  E poi, c’è Il Ciclodromo, un unicum nella provincia di Forlì Cesena, che darà i natali alla realizzazione di un centro polivalente completamente nuovo che contempla anche la realizzazione di due campi da rugby, 2018. Fortemente voluto e portato a casa dall’amministrazione Drei". 

"Ora, questo lo abbiamo detto più volte - chiosa l'esponente dem -. Purtroppo da quel lontano 25 maggio del 2019, data di approvazione della delibera del progetto (carta canta), nulla si è mosso perché pare che dopo un tentativo, fallito, di ostacolare un progetto già bello e confezionato, ci si è resi conto che un progetto simile non poteva certamente essere gettato nel cestino e, quindi, ripreso, con forte ritardo, l’iter (e non per demeriti tecnico-amministrativi, assolutamente, ma, come già detto, per questioni squisitamente politiche). Ben venga. La sua realizzazione - in via Mazzatinti - è fondamentale anche e soprattutto per mettere in sicurezza le attività giovanili del movimento ciclistico e per realizzare nuovi spazi per il mondo del rugby.  Questo è stato lo spirito con il quale lo abbiamo voluto e cercato. Continuerò a vigilare con impazienza, come ho fatto in questi mesi, il suo “inizio lavori” in considerazione del fatto che - più in generale, e al netto di cacofonie - ancora non è stata posata una pietra degli interventi promessi sullo sport". Finale sul velodromo: "Niente da dire, anzi: vi abbiamo lasciato i soldi proprio per spenderli per la nostra comunità".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Velodromo e ciclodromo, Samori (Pd) a Mezzacapo: "Progetti che vengono da lontano"

ForlìToday è in caricamento