rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Politica

Verso il 2019, Forza Italia attiva i gruppi di lavoro tematici: "Il partito è compatto"

Forza Italia attiva i gruppi di lavoro tematici. Al via anche occasioni di ascolto dei cittadini

Forza Italia, dopo il nuovo assetto interno in vista delle elezioni amministrative del maggio, attiva i gruppi di lavoro tematici e per formarli si pescherà soprattutto tra i militanti giovani. "I tavoli di lavoro saranno laboratori politici e motori del rinnovamento cittadino fucina di proposte che saranno messe a frutto nel dibattito con gli alleati del centrodestra - afferma il neo responsabile comunale di Forza Italia,  l’attuale capogruppo Fabrizio Ragni -. La parola d’ordine è inclusione. E possiamo già dire che si sono riavvicinati al partito tanti simpatizzanti e attivisti che hanno sposato l’idea di concorrere ad un’occasione storica: mandare a casa la sinistra alle elezioni amministrative del maggio a Forlì".

La riunione di venerdì ha visto la partecipazione tra gli altri anche del commissario provinciale Forza Italia Luca Bartolini, di Rosaria Tassinari, attuale sindaco di Rocca San Casciano e dei consiglieri comunali Lauro Biondi e Vanda Burnacci. "Nella prima seduta del coordinamento comunale di Forza Italia abbiamo  discusso i contenuti delle nostre  tematiche politiche di sempre - chiarisce Ragni -: diminuzione delle tasse, aiuti alle imprese, rilancio del centro storico,  tutela dei beni artistico-architettonici e culturali, sicurezza urbana e stradale, gestione dei rifiuti, lotta alle povertà e nuovo welfare. Tematiche che fanno da collante e sono ampiamente condivise dagli alleati del centrodestra e su cui c’è la massima convergenza".

In agenda, oltre all’insediamento dei gruppi  tematici di lavoro, anche iniziative con esperti e occasioni di ascolto dei cittadini, delle associazioni e delle categorie professionali  per concorrere alla reazione del programma elettorale del centrodestra su cui si lavorerà unitariamente nelle prossime settimane. Una fase di ascolto che in realtà ha preso avvio già nel recente convegno di Forza Italia in consiglio comunale con la distribuzione e raccolta di questionari per campionare  la raccolta tra i presenti  dei pareri, delle proposte e delle criticità cittadine.

“Il partito è compatto - aggiunge Ragni - e in questi mesi che ci separano dal voto comunale  metteremo in agenda altre  occasioni di confronto  a Forlì con i singoli cittadini, le associazioni di  categoria e gli ordini professionali, perché l'ascolto della città non può prescindere dalla successiva elaborazione di proposte e soluzioni per superare   le tante difficoltà che i forlivesi affrontano ogni giorno  come la mancanza di infrastrutture, l’elevata  tassazione locale, il degrado e l’insicurezza urbana, i furti in casa e in azienda,  la disoccupazione di cui non si parla mai abbastanza e che nella nostra provincia colpisce duro intere categorie sociali e la questione ambientale connessa a filo doppio al servizio approssimativo, penalizzante e costoso che Alea sta imponendo col porta a porta".

"Quello che i cittadini chiedono alla politica - ha  l'esponente azzurro - è una serie di interventi a sostegno del territorio e della competitività dei servizi e all’ammodernamento delle infrastrutture. E tocca alla politica fornire risposte ai tanti giovani disoccupati forlivesi, ma anche ai cinquantenni che perdono il lavoro, piuttosto che inseguire opportunità di impiego all’estero o nelle altre città dell’Emilia-Romagna, scontando il declino della nostra città causato anche da una grigia serie ininterrotta di  amministrazioni del Pd oggi e del Ds, Pds e Pci prima".   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso il 2019, Forza Italia attiva i gruppi di lavoro tematici: "Il partito è compatto"

ForlìToday è in caricamento