rotate-mobile
Politica

Electrolux, Di Maio: "Il Governo insista, no a risparmi sugli stipendi dei lavoratori"

"Come detto in altre circostanze - afferma il deputato Di Maio - non è sufficiente fermarsi agli incontri istituzionali con i manager dell'azienda, ma è doveroso aprire una relazione diretta con i proprietari del gruppo"

"Sono settimane che incalziamo in parlamento il ministro Zanonato sui problemi legati agli stabilimenti Electrolux in Italia: le risposte continuano ad essere interlocutorie e il comportamento dell'azienda ambiguo". Lo afferma il parlamentare forlivese Marco Di Maio, che sta seguendo da vicino l'evolversi della vicenda Electrolux, sia a Roma che a Forlì, dove in queste ore è in contatto con i lavoratori che stanno manifestando davanti ai cancelli dello stabilimento.

"Come detto in altre circostanze - aggiunge il giovane deputato - non è sufficiente fermarsi agli incontri istituzionali con i manager dell'azienda, ma è doveroso aprire una relazione diretta con i proprietari del gruppo, con i soci svedesi, che devono chiarire qual è il piano industriale di Electrolux in Europa e in Italia, dove l'azienda è un pezzo portante della nostra economia. E' bene che il Governo metta le mani avanti - aggiunge Di Maio - perché non penso sarebbe sostenibile e accettabile un piano industriale basato su risparmi derivanti da una mera riduzione dei salari dei lavoratori in 'cambio' del mantenimento delle produzioni in Italia".

Electrolux, il presidio notturno

Electrolux, il presidio notturno continua

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Electrolux, Di Maio: "Il Governo insista, no a risparmi sugli stipendi dei lavoratori"

ForlìToday è in caricamento