menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Emilia bis, Verdi: "Opera utile solo ad un gruppo di immobiliaristi"

Arriva anche la Federazione dei Verdi Forlì a dire la sua: "Il Presidente Bulbi ha voluto riproporre un progetto decotto, inutile e costosissimo per la realizzazione della ennesima opera inutile, la via Emilia bis"

Polemiche su polemiche stanno investendo il progetto della Via Emilia Bis, prima i sindaci di Forlimpopoli e Bertinoro che pongono il veto, poi il mondo economico che si indigna e, infine, il sindaco di Cesena, Paolo Lucchi che cerca di fare da paciere, chiedendo un incontro urgente. Arriva anche la Federazione dei Verdi Forlì a dire la sua: “Il Presidente Bulbi ha voluto riproporre un progetto decotto, inutile e costosissimo per la realizzazione della ennesima opera inutile, la via Emilia bis. Lunedì una riunione per convincere i sindaci riluttanti della necessità di un'opera utile solo ad un gruppo di immobiliaristi. Prontamente altri fan del cemento e dell'asfalto, tutti appartenenti alla corrente del Pd che va sotto il nome del "tortello magico " hanno cominciato a suonare la grancassa”.

“Sono gli stessi a cui dobbiamo lo scalo merci di Forlimpopoli, esempio eclatante di spreco di denaro pubblico e di iniziativa fallimentare. - sottolineano i Verdi in una nota - La strada in verità non è inutile per tutti: la via Emila bis servirebbe moltissimo agli immobiliaristi che hanno proceduto da anni alle acquisizioni e alle opzioni per i terreni agricoli più interessanti adiacenti alla nuova infrastruttura. Non stupisce che politici privi di qualsivoglia senso della programmazione – accusano - si diano da fare per realizzare infrastrutture che non servono a niente e valorizzino solo i terreni adiacenti, come nel caso della via Emilia bis, ma ci saremmo aspettati che fossero più attenti al contenuto di studi e ricerche da loro stessi promossi, dai quali risulta che si tratta di opere inutili e sbagliate, come nel caso di Si.ste.ma”.

“Che questi politici, consapevoli della crisi drammatica che colpisce tutti i settori della società, sostengano ancora lo spreco delle risorse e la distruzione del territorio per sprecare molti di milioni di euro per pochi chilometri di strada inutile, circa 90 milioni di soldi pubblici addirittura con la previsione di un pedaggio per andare da Forlì a Cesena – concludono i Verdi - dimostra ancora una volta la mancanza di una visione strategica di una intera classe politica, a cominciare dal Presidente della Provincia, a Lucchi, ad Alessandrini, consigliere regionale. D'altronde il loro leader supremo, Bersani, oltre a occuparsi di giaguari e tacchini, non aveva forse costituito una società per la realizzazione della autostrada Orte – Mestre?”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento