menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vicenda Berlusconi: "Un coro di no anche da Forlì. La politica locale deve reagire"

Il vicesindaco Giancarlo Biserna striglia la politica locale, interessandosi personalmente della vicenda che ha coinvolto l'ex presidente del consiglio: "Spesso le problematiche locali dipendono anche dal degrado della politica nazionale"

“Perchè questo sostanziale silenzio da parte delle  politiche locali di fronte all'escalation delle vicende legate a Berlusconi? E' roba che non ci compete? Noi che siamo così pronti a chiedere sempre maggiore coinvolgimento nelle scelte a livello locale, perchè non vogliamo essere coinvolti di fronte a fatti che valgono mille problematiche locali?”. Il vicesindaco Giancarlo Biserna striglia la politica locale, interessandosi personalmente della vicenda che ha coinvolto l'ex presidente del consiglio.

Sostiene Biserna che “spesso le problematiche locali dipendono anche dal degrado della politica nazionale,  e quindi in qualsiasi azione di governo e/o di critica non bisogna dimenticarlo. La mancanza della famosa visione di insieme, che viene ignorata rispetto alla esigenza spicciola nell'orticello di casa, ha la sua  massima espressione in questa gravissima fase di scontro tra Berlusconi e suoi amici e la Magistratura.Da Roma solo dichiarazioni e minacce per il futuro, stando ancora ben attenti a non mettere in gioco nulla”.

“Ma come si fa – si chiede Biserna - a pensare che l'azione amministrativa del governo debba andare avanti,  puntando tutto  solo sul programma amministrativo e che tutto quello che riguarda Berlusconi va confinato nel magico mondo d Lilliput. Evocare la guerra civile, delegittimare l'Istituzione giudiziaria, ricattare il Presidente della Repubblica sono cose enormi, che toccano eccome qualsiasi programma, toccano anche i Comuni nel loro agire di tutti i giorni, così come toccano i cittadini e le imprese nella loro vita quotidiana. Occorre un coro di no da parte del maggior numero di persone di buona volontà, un coro che però con canti solo, ma che faccia smuovere il Parlamento e la politica nazionale, che non può più fare melina, ma cominciare a dire e a fare secondo verità e non secondo convenienza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento