menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il laico Zanetti: "Diocesi in mano ai "comunisti"? Notizia destituita da ogni fondamento"

Dopo il duro attacco di Francesco Minutillo, referente di Fratelli d’Italia, al vescovo Livio Corazza, interviene il laico Lodovico Zanetti

"La notizia secondo cui la diocesi forlivese è in mano ai "comunisti" è destituita da ogni fondamento". Dopo il duro attacco al vescovo Livio Corazza di Francesco Minutillo, referente di Fratelli d’Italia, a commento della "profonda preoccupazione e disagio" manifestata dai membri del Consiglio pastorale della diocesi di Forlì-Bertinoro "per l’acuirsi di toni e atteggiamenti discriminatori e intolleranti nei rapporti interpersonali e sociali, che inquinano le relazioni in tante parti del mondo e anche nelle nostre popolazioni", interviene così il consigliere comunale del Gruppo Misto, Lodovico Zanetti.

"Devo dire che me ne dispiaccio, e ne sarei felice, ma temo sia più facile che una grossa fune passi per la cruna di un ago, che questo avvenga - afferma Zanetti -. Semplicemente, mi pare che ci siano persone umane e, sorprendentemente, cristiane, almeno su un tema importante, come quello dei migranti e dell'accoglienza.. E dico , sorprendentemente, perchè in un momento in cui leader politici brandiscono vangeli per proporre il contrario di quanto scritto quei testi, che qualcuno ne difenda i valori turba i benpensanti e dà, evidentemente scandalo. Da non credente e da laico, sono solidale con don Livio, e con chi, come lui, sta difendendo il diritto dei più deboli e degli ultimi, perchè, questo, è un valore che unisce storie politiche e umane  diverse, compresa la mia,  trasversalmente".

Continua Zanetti: "Mi sorge spontanea, però, una domanda che farei a Gian Luca Zattini, candidato del centro destra a sindaco di Forlì, che stimo, anche per le sue posizioni nette sui temi dell'antifascismo, e ai moderati forlivesi. Se sia compatibile la loro idea di società e di politica con questi toni esagitati di certi loro alleati. Per dirla con i Vangeli, penso non si possa servire contemporaneamente Dio e Mammona (Mt 6-24). Mentre attendo la risposta, vorrei ricordare che anche su questo Matteo dice qualcosa: (Mt 5-37) “Sia invece il vostro parlare sì, sì; no, no; il di più viene dal maligno. “ E mi permetto di chiosare, dal maligno o dalla cattiva politica. Continuerò le mie battaglie sui diritti civili e sulla laicità dello stato e la città, con lo stesso vigore di sempre, ma essere laici è anche questo, riconoscere la giustezza delle posizioni anche di coloro con cui, solitamente, si dissente".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Scroccadenti romagnoli, uno tira l'altro: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento