menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Violenza contro le donne, Morrone: "Più atti concreti oltre alle manifestazioni rituali"

Così il segretario della Lega Romagna e parlamentare Jacopo Morrone, secondo il quale "non bastano quindi le manifestazioni, pur utili, che ritualizzano questa giornata"

"Non una giornata, ma 365 giorni all’anno devono essere dedicati a contrastare la violenza contro le donne e, vorrei aggiungere, contro tutti i soggetti più deboli e indifesi, vedi per esempio le ‘spose bambine’, tema di cui si parla troppo poco". Così il segretario della Lega Romagna e parlamentare Jacopo Morrone, secondo il quale "non bastano quindi le manifestazioni, pur utili, che ritualizzano questa giornata. Servono, da un lato, atti concreti di cui si possano misurare i risultati, e, dall’altro lato, analisi obiettive e senza il paraocchi delle ragioni di questa violenza, per poter agire in modo mirato sull’educazione e la formazione senza ideologismi e strumentalizzazioni".

"La legge sul ‘Codice Rosso’, fortemente voluta dalla Lega al Governo, è un atto concreto - evidenzia l'esponente del Carroccio -. Rappresenta un grande passo in avanti in difesa delle donne che hanno subito violenza e per contrastare il femminicidio, uno dei più odiosi fra i reati gravi. E il successo che ha ottenuto in pochi mesi dalla sua promulgazione, con un incremento delle denunce da parte di donne maltrattate, significa che questo Paese aveva un assoluto bisogno di una legge di questo tenore e che per troppi anni questa materia è rimasta nel limbo dei buoni propositi".

Conclude Morrone: "In questa giornata ci sentiamo, quindi, di dedicare a queste donne e a chi subisce violenze il nostro sforzo di amministratori e legislatori perché la strada intrapresa con il ‘Codice Rosso’ sia sempre più implementata, raggiungendo risultati misurabili per trasformare questi crimini da reati di serie B a reati di serie A, prevedendo aumenti di pena e corsie di priorità assoluta in caso di pericolo per l’incolumità delle donne offese".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento