menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vittoria di Renzi alle Primarie, il sindaco chiede il cambiamento anche in Regione

"A questo punto non è immaginabile, e lo dico con grande chiarezza, che questioni come l’Ausl Unica o il Piano regionale dei rifiuti possano essere gestiti dall’élite regionale come se nulla fosse accaduto"

“L’affermazione di Matteo Renzi, in Emilia Romagna, è andata oltre ogni previsione della vigilia. In Romagna, pure tenuto conto del trasformismo dell’ultima e della penultima ora da parte delle classi dirigenti locali, anche di più. A questo punto non è immaginabile, e lo dico con grande chiarezza, che questioni come l’Ausl Unica o il Piano regionale dei rifiuti possano essere gestiti dall’élite regionale come se nulla fosse accaduto, con il solito approccio politico-burocratico dall’alto, da paternalismo consociativo e “dolce”. Il sindaco di Forlì, Roberto Balzani, da sempre critico nei confronti di Bologna, non solo su questi argomenti, si aspetta un cambiamento di rotta, dopo la vittoria di Renzi alle Primarie di domenica. Lo scrive sulla sua pagina Facebook.


“Non è che, passata la festa, ci rimettiamo la maschera del “tortello magico” e ricominciamo daccapo. So che molti vorrebbero così, perché è loro abitudine e perché non sanno comportarsi diversamente. - punzecchia il sindaco - Ma il quadro di riferimento, e soprattutto il senso di discontinuità espresso senza equivoci dall’elettorato, interpella in primo luogo i maggiorenti, eletti, nominati o alti dirigenti che siano (io li leggo come un tutt’uno), esigendo da loro atteggiamenti più consoni allo “spirito del tempo”. Che consiglia discussione, trasparenza e chiarezza. Cominciamo dalle cose concrete che ho citato: e poi vediamo se capiscono o se fanno finta di non aver capito”, chiude Balzani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento