Ospedale, aumenta il comfort delle stanze di degenza di Chirurgia: donati 15 televisori

Un gesto di sensibilità, da parte di singoli pazienti e dell'Unieuro verso i pazienti di un reparto che assiste centinaia di degenti all’anno

Quindici televisori da 28 pollici per le stanze di degenza dell'Unità Operativa di Chirurgia e Terapie Oncologiche Avanzate - Generale, Gastroenterologia e Mininvasiva di Forlì, diretta dal professor Giorgio Ercolani. E' l'apprezzatissima donazione, frutto della generosità di alcuni pazienti e dei loro famigliari, Daniela Ronconi, Francesca Matteucci, Libero Gardini e i famigliari in memoria di Sergio Lontani, ma anche da Unieuro.

"Tra i nostri obiettivi c’è quello di aumentare il comfort delle persone che affrontano una degenza più o meno lunga - spiega Ercolani - Molti di loro non possono fruire della sala comune di soggiorno, nella quale il televisore è a disposizione di tutti, in quanto trovano difficoltà ad allontanarsi dal proprio letto. Pertanto, apprezziamo particolarmente i gesti di sensibilità nei confronti dei pazienti e, con essi, l’attenzione e il valore che vengono dati al nostro impegno quotidiano. Per questo desideriamo rivolgere un doppio ringraziamento ai pazienti che hanno fatto le donazioni e alla ditta UNIEURO,sempre così sensibile al territorio e alle risorse che la struttura ospedaliera offre alla comunità".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non rispondeva al telefono: trovato senza vita seduto sul divano davanti alla tv

  • Si apparta per un incontro sessuale, ma l'altro pretende del denaro: una denuncia per estorsione

  • Drammatico incidente sul lavoro: resta incastrato in un tornio e l'avambraccio resta amputato

  • "Il coraggio di dire sì al Signore": giovane architetto forlivese lascia la professione e diventa monaca di clausura

  • Un sushi in salsa romagnola: dopo le cene a domicilio la famiglia decide di aprire un ristorante

  • "Volevamo avere qualcosa di nostro": tutta la famiglia si rimbocca le maniche ed apre un bar

Torna su
ForlìToday è in caricamento