Anche un biotecnologo farmaceutico dell’Irst tra i vincitori di una borsa di ricerca

La cerimonia di assegnazione delle borse di ricerca si è tenuta a Milano il 21 marzo scorso, alla presenza di autorità e dei vertici di Fondazione

C’è anche un biotecnologo farmaceutico dell’Istituto Tumori della Romagna Irst Irccs tra i 188 ricercatori che hanno ricevuto una delle borse di ricerca per l’anno 2018 finanziate dalla Fondazione Umberto Veronesi. Si tratta di Fabio Nicolini, 32enne di Rimini, rientrato in Italia dopo aver conseguito con il massimo dei voti il dottorato di ricerca in Bioscienze Molecolari presso l’Università Autonoma di Madrid (Spagna). La cerimonia di assegnazione delle borse di ricerca si è tenuta a Milano il 21 marzo scorso, alla presenza di autorità e dei vertici di Fondazione. 

Il progetto presentato da Nicolini che gli è valso questo importante finanziamento, s’inserisce nell’ampio e promettente filone di ricerca dell’immuno-oncologia, studi che mirano a mettere a punto trattamenti per stimolare il sistema immunitario del paziente a contrastare la malattia; un campo che vede Irst Irccs tra i centri di riferimento nel panorama nazionale e internazionale. Lo studio è portato avanti sotto la supervisione di Massimiliano Mazza -  anch’egli riminese, rientrato in Italia dopo un dottorato di ricerca presso l’istituto europeo Embl di Heidelberg (Germania) ed una esperienza pluriennale in oncologia sperimentale all’IEO di Milano - all’interno del Laboratorio di Bioscienze, struttura cuore delle attività di ricerca dell’Irst, e punta a individuare nuovi anticorpi terapeutici identificandoli nel sangue di pazienti con melanoma trattati con immunoterapia.
 
"Il progresso scientifico non si alimenta senza ricerca - viene evidenziato -. Per questo la Fondazione Umberto Veronesi è tra le realtà nazionali che più investe in borse di ricerca per medici e ricercatori in ambito biomedico. La ricerca scientifica ha come obiettivo il miglioramento della qualità della vita. Ad ogni risultato raggiunto corrisponde non solo la soluzione più utile e innovativa ad un interrogativo scientifico, ma anche una nuova speranza per chi soffre, nuove prospettive di una vita migliore".

Potrebbe interessarti

  • Cattivi odori addio: ecco come pulire i bidoni della spazzatura

  • Micosi sulle unghie dei piedi: 5 rimedi naturali

  • Proteggi la tua casa dai ladri: 9 consigli da applicare prima di andare in vacanza

I più letti della settimana

  • Va alla scoperta delle bellezze rurali, un infarto lo uccide: la vittima è un volto noto di Forlì

  • Con il rombo orgoglioso delle Harley, l'ultimo saluto a Filippo Corvini: "Vivete come lui, col sorriso sul volto"

  • "Una presenza della nostra comunità": Castrocaro piange la giovane Giulia

  • Il dramma di Castrocaro, l'appello della madre: "Chi ha informazioni mi contatti"

  • Vite spezzate nel terribile schianto, comunità romena in lutto: parte la raccolta fondi per i funerali

  • Ha combattuto per anni contro un tumore: si è spento il cuore generoso del pizzaiolo Giovanni Fasciano

Torna su
ForlìToday è in caricamento