Prosegue l'attività dell'ambulatorio medico per "persone in difficoltà" dell'associazione "Salute e Solidarietà"

L’11 febbraio 2009, in occasione della celebrazione del 60esimo anniversario della Proclamazione dei Diritti Umani, è nato “l’ambulatorio medico per le persone in difficoltà”

L'Associazione di volontariato Salute e Solidarietà continua l'attività all'ambulatorio del Centro di Ascolto Buon Pastore, in via Fossato Vecchio. L'Associazione Salute e Solidarietà Romagna è stata costituita, nel 2016, da medici e infermieri del Centro Studi "Giovanni Donati" per il Volontariato e la Solidarietà di Forlì. L'attività "volontaria", svolta dal 2009 sia presso l'ambulatorio del Centro di Ascolto Buon Pastore (Caritas) che nell'ospedale di Forlì, è continuata con la creazione di un' associazione autonoma, che usufruisce della collaborazione dell'Ausl della Romagna, in rete con gli organismi istituzionali e le molteplici realtà associative presenti sul territorio. Le attività dell'associazione sono rivolte a tutti coloro, italiani e stranieri, che si trovino, temporaneamente o permanentemente, non in grado di essere assistiti dal Servizio Sanitario Nazionale.

Le attività

La nascita dell'ambulatorio è antecedente. L’11 febbraio 2009, in occasione della celebrazione del 60esimo anniversario della Proclamazione dei Diritti Umani, è nato “l’ambulatorio medico per le persone in difficoltà”. Il personale volontario, che si impegna a lavorare un pomeriggio a settimana all’ambulatorio, offre il proprio contributo in ambito sociale e sanitario, indipendentemente dalla fede religiosa e dal colore politico. I volontari che aderiscono all’ambulatorio sono medici dell’Ausl Romagna, medici di medicina generale, medici in pensione, infermieri professionali e qualunque persona desideri svolgere funzione di accoglienza, informazione e segreteria. L’ambulatorio prevede la presenza contemporanea di un medico e di un infermiere, insieme ad un operatore della Caritas. Le attività principali dell’ambulatorio sono clinico-diagnostica di primo livello; accoglienza-informazione per problematiche di carattere sanitario (diritti, accesso ai servizi e altro), invio a medici specialisti; consulenza e orientamento agli operatori del Centro di ascolto; possibilità di consulenza odontoiatrica (bonifiche) e psicologico 

     

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La triste fine di una grande azienda del forlivese: dichiarato il fallimento dopo oltre 50 anni

  • Un bagliore visibile a chilometri di distanza: incendio in un'azienda

  • Sfilata in intimo contro i pregiudizi: in Piazza Duomo a Milano anche la forlivese Giulia Gambini

  • Dopo l'esplosione al bancomat, pioggia di colpi sui carabinieri: proiettile colpisce l'auto di pattuglia

  • Folle velocità, schianto e cappottamento in Tangenziale: guidava con una patente falsa

  • Terzo lotto della Tangenziale, partita la procedura per i 70 espropri di pubblica utilità

Torna su
ForlìToday è in caricamento