"Per un miglior servizio di istruzione": sottoscritto il nuovo "Patto per la Scuola"

Obiettivi dell'iniziativa sono il miglioramento dell’offerta formativa e la creazione di condizioni favorevoli allo sviluppo culturale

Mercoledì è stato sottoscritto nella Sala della Giunta del Comune di Forlì il nuovo "Patto per la Scuola". L'accordo impegna Comune di Forlì e Scuole dell'Infanzia, Primarie e Secondarie di Primo grado a collaborare, nell’ambito e nel rispetto delle specifiche competenze, per rendere più efficace la concertazione e il coordinamento delle azioni e degli interventi di politica scolastica. Obiettivi dell'iniziativa sono il miglioramento dell’offerta formativa e la creazione di condizioni favorevoli allo sviluppo culturale, sociale e civile della comunità cittadina, garantendo a tutti gli alunni il diritto allo studio e la qualità dei servizi formativi, puntando a favorire l’autonomia scolastica.

Il Patto riguarda una ampia gamma di servizi che spazia dall'uso di edifici agli arredi, dalla fornitura di materiali fino al trasporto scolastico. Fra le attività supportate dal diritto allo studio si evidenziano il servizio ristorazione, il pre e post-scuola, le forme di ausilio e sostegno alla disabilità, la gestione integrata delle iscrizioni, i servizi educativi extrascolastici per minori, il sostegno all’integrazione. Una attenzione particolare è dedicata allo sviluppo del rapporto tra scuola, territorio locale e famiglie, con particolare riferimento alle seguenti tematiche: educazione al lavoro, educazione all’impresa; orientamento scolastico e formativo e prevenzione della dispersione scolastica; educazione alla sicurezza; educazione alla sostenibilità, sani stili di vita e alla cittadinanza attiva; educazione alla creatività; educazione alla mobilità sostenibile; educazione al digitale.

A firmare il documento sono intervenuti il sindaco di Forlì Davide Drei, il vice sindaco con delega alle Politiche educative Lubiano Montaguti, il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale Giuseppe Pedrielli, e tutti i Dirigenti degli Istituti comprensivi del Comune di Forlì: Luigi Abbate (IC7); Daniela Bandini (IC 5); Barbara  Casadei (IC3 e IC9); Gabriella Garoia (IC8); Giuliana Marsico (IC1 e CPIA); Catia Palli (IC6); Roberta Ravaioli (IC2); Anna Starnini (IC4).

"Il Comune di Forlì – affermano in modo congiunto il sindaco Drei e il vice Montaguti - non gestisce la scuola, anche se ha un ruolo diretto per Nidi, Scuole dell'Infanzia, servizi di supporto, ma può fare molto per garantire la qualità degli ambienti scolastici (l'edilizia, la sicurezza, le strutture), per favorire un rapporto più stretto con il territorio e le sue comunità, per stimolare l'innovazione e la qualità, senza dimenticare i doveri dell'accoglienza e della solidarietà. L’educazione è la porta di accesso indispensabile alla cittadinanza, alla convivenza civile, all'uso consapevole della libertà e della responsabilità, alla costruzione di un futuro migliore per ciascuno e per tutti".

“Per offrire il miglior servizio di istruzione all'utenza giovanile – sono parole del dirigente dell'Ufficio Scolastico Provinciale di Forlì-Cesena Giuseppe Pedrielli - le istituzioni scolastiche devono assicurare molteplici attività, diverse delle quali in collaborazione  con le istituzioni locali. Per garantire una collaborazione fattiva e costante, i Dirigenti scolastici degli Istituti comprensivi di Forlì, con il supporto dell'Ufficio scolastico territoriale nella persona della dott.ssa Alessandrini, che ringrazio, e i funzionari del Comune di Forlì hanno elaborato il Patto per la scuola. È un documento importante che impegna tutti gli attori declinando compiti e responsabilità, indicando con precisione obiettivi da raggiungere e modalità da seguire. Insieme, scuola ed ente locale sono così in grado di erogare un' offerta formativa e organizzativa di grande qualità”.

Potrebbe interessarti

  • Smettere di fumare: come affrontare la dipendenza senza ricaderci

  • 7 cose da fare in casa prima di partire per le vacanze: tu le hai fatte?

  • Dalla G alla A: come migliorare la classe energetica di casa

I più letti della settimana

  • Arriva al pronto soccorso e muore in poche ore, ucciso da una meningite fulminante

  • Tragedia di ritorno dal mare causata da un colpo di sonno: ventenne muore in autostrada

  • Dipendente comunale ucciso dalla meningite fulminante, profilassi anche in alcuni uffici municipali

  • Feroce scazzottata in centro storico, ragazzo in coma al "Bufalini"

  • "Afferra i bambini e allarma le mamme": paura in centro. La polizia ferma un uomo

  • Tragedia nella notte in A14: tra i due morti anche una forlivese

Torna su
ForlìToday è in caricamento