rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Musica

Arriva da Forlì la fucina di nuovi talenti emergenti: Music Room nasce dalla forza di un amico che non c'è più

"In sostanza cerchiamo di formare l'artista dal punto di vista soprattutto canoro, ma contemporaneamente lavoriamo anche molto sull'aspetto artistico con consulenze legate alle scelte di produzione, all'immagine, curiamo la gestione dei social e video grazie alla collaborazione con Lolli e Farneti, e in più, man mano che si va avanti nelle produzioni, oltre al supporto in studio di registrazione, portiamo il materiale alle etichette discografiche"

Si chiama Music Room e in meno di 12 mesi sta raccogliendo risultati degni di nota: è il coraggioso progetto firmato Demodè (aps) di Forlì che, ideato e capitanato dal 38enne Andrea Marelli, sta permettendo ad alcuni giovani artisti di farsi largo, di fare esperienza ma anche di avere conferme, nel mondo della musica. "Music Room nasce grazie alla forza che un grande amico e musicista mi ha donato durante il suo vivere questa vita, arte, amore", racconta Marelli, riferendosi al suo amico e socio al Demodè, prematuramente scomparso all'età di 28 anni, circa due anni fa, anche lui musicista e cantante.

"Inizialmente ho pensato di tornare alla musica perchè la musica è eternità, l'ho fatto affiancando gli artisti emergenti dal punto di vista tecnico canoro, seguendo un po' il mio percorso formativo. Ma poi con MonnaElisa mi sono messo in gioco totalmente e abbiamo ottenuto risultati incredibili ad Area Sanremo 2022, quest'anno arrivando alle finali di Sanremo Giovani, poi Amici, il tanto ambito premio Siae 2023, vinto da un artista come Motta qualche anno fa e ora da MonnaElisa, la firma per lei e per me con una discografica importante", continua Marelli, che oggi si trova a capo di un management che lancia nomi nel panorama della musica emergente italiano. Tra questi oltre a MonnaElisa, Futura, Gré, Ermete, Petunia Sauce, Jester in Jail. "Anche le collaborazioni con il mondo discografico non sono da meno, dalla Joseba Label a Epicentro Dischi, poi Top Records, ANM e ancora altri", spiega.

Music Room nasce come accademia dedicata alle voci, ma, nel corso dell'anno è diventata proprio fucina e casa di talenti, "da qui grazie al coinvolgimento di Riccardo Lolli e Alessandro Farneti (il primo già fotografo dell'Unieuro Basket, il secondo noto vlogger) - ancora Marelli -,  abbiamo iniziato a seguire anche la cura dell'immagine social degli artisti con produzioni video, spot  e tutto il resto. Col tempo abbiamo iniziato anche a collaborare con grandi studi di registrazione, note etichette discografiche, e quindi ora curiamo a tutto tondo l'artista. Siamo direzione artistica e management, oltre alla formazione vocale. In questi giorni Ermete (Nicola Piazza) e Gré (Gregorio Oliva) hanno firmato il loro primo contratto discografico con i rispettivi progetti solisti con Epicentro Dischi di Potenza e sono usciti con il loro primi singoli su tutte le piattaforme digitali. A breve saremo al Festival di Sanremo in rappresentanza della Joseba, affiancando il Maestro Campagnoli. Poi stiamo partendo con la produzione di una nuova band di Pesaro, i Jester in Jail, ne sentirete parlare molto presto", aggiunge Marelli.

Di fatto cosa offre Music Room? "In sostanza cerchiamo di formare l'artista dal punto di vista soprattutto canoro, ma contemporaneamente lavoriamo anche molto sull'aspetto artistico con consulenze legate alle scelte di produzione, all'immagine, curiamo la gestione dei social e video grazie alla collaborazione con Lolli e Farneti, e in più, man mano che si va avanti nelle produzioni, oltre al supporto in studio di registrazione, portiamo il materiale alle etichette discografiche che più ci sembrano adatte al progetto di ogni singolo artista. È davvero una cosa unica e che ci sta dando tante soddisfazioni", conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva da Forlì la fucina di nuovi talenti emergenti: Music Room nasce dalla forza di un amico che non c'è più

ForlìToday è in caricamento