rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
social

La rock band forlivese lancia il primo video: "Una canzone che sprona ad essere se stessi"

La location diviene essa stessa rappresentativa del forte senso di purezza dello spazio e del tempo, che la musica dei LoudBanner riesce a fermare e a fissare in note e parole che diventano un tutt’uno con gli spazi infiniti, selvaggi e disperatamente deserti

E' uscito martedì 20 dicembre “In the Mothlab”, il primo video della rock band dei Loudbanner. Dopo l’uscita il 2 dicembre del loro primo album, la rock band forlivese ora rilancia e si propone al pubblico con un video, il primo autoprodotto e su cui puntano tutto il frutto del loro duro lavoro anche interiore. Il video è stato girato a metà ottobre sulle rive di un lago, location ricercata e scelta da Alvaro Diamanti, regista e videomaker, proprio per la pace e la purezza emanata dal paesaggio e che rappresenta bene non solo il tema del pezzo, ma anche le molte aperture sia vocali che strumentali di ‘In The Mothlab”.

La location diviene essa stessa rappresentativa del forte senso di purezza dello spazio e del tempo, che la musica dei LoudBanner riesce a fermare e a fissare in note e parole che diventano un tutt’uno con gli spazi infiniti, selvaggi e disperatamente deserti che fanno da sfondo al loro racconto. Quattro amici, quattro storie di vita diverse, che però divengono pezzi musicali con sintonia e complicità. ‘’In The Mothlab’’ (letteralmente ‘"Nel laboratorio della falena’’, quella falena che è divenuta poi la musa ispiratrice del titolo della canzone che apre le porte alla produzione del primo album dei LoudBanner) è il luogo dove nasce la band, dove crea. Il brano parla dell'estro creativo del musicista, dell'esaltazione che prova nell'atto della composizione che traduce il suo pensiero di libertà; un atto catartico, di liberazione grazie alla musica. ED è proprio così i LoudBanner mentre suonano si sentono liberi di essere "chi sono veramente, senza veli: "The face behind the mask" come recita il testo: “Lasciami vivere, lasciami essere la faccia dietro la maschera che nasconde l’espressione più folle”. Una canzone che sprona ad essere sè stessi, ad esprimere senza paura le proprie emozioni, quelle che ognuno di noi non vuole mostrare, le più intime di sicuro, e che al di là della maschera che si indossa ogni giorno, vengono espresse e mostrate dal momento in cui iniziamo a suonare assieme - raccontano -: “non lasciare morire la tua espressione!’’ il primo messaggio su tutti. La musica che va oltre le barriere della comunicazione convenzionale e forse ipocrita; la musica come espressione del non convenzionale e la completa realizzazione della persona.’’

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La rock band forlivese lancia il primo video: "Una canzone che sprona ad essere se stessi"

ForlìToday è in caricamento