social

Cambio dell'ora, ecco quando scatta: l'Italia non abolisce l'ora legale

L'introduzione dell'ora legale risale al periodo della Prima Guerra mondiale,  nel Regno Unito, e si è diffusa in molti paesi, proprio per risparmiare elettricità

Con l'arrivo della primavera e il cambio dell'ora, le giornate finalmente si allungheranno, garantendo anche risparmio energetico, questo è uno dei motivi per cui l'Italia ha deciso di non aderire alla soppressione del cambio di orario. Si è discusso sull'abolizione dell'ora legale, ma l'Italia non ha accolto la proposta di legge del Parlamento europeo, per cui quest'anno non sarà l'ultimo in cui scatterà il cambio dell'ora.

 Nel 2021 il paassaggio all'ora legale cade tra il 27 e il 28 marzo. Nella notte tra sabato e domenica, alle 2, le lancette dell'orologio andranno spostate in avanti di un'ora.  Questo significa  però un'ora in meno di sonno, che per qualche giorno potrebbe causare stanchezza, irritabilità, specialmente nei bambini, disturbi del sonno e stress. La possibile influenza negativa sull'umore del cambio di orario, svanirà sicuramente con i vantaggi che l'orario estivo porta.  Gli orologi andranno spostati dalle 2 alle 3, mentre i dispositivi digitali, come smartphone, tablet e computer si aggiorneranno automaticamente. 

L'introduzione dell'ora legale risale al periodo della Prima Guerra mondiale,  nel Regno Unito, e si è diffusa in molti paesi, proprio per risparmiare elettricità. Dal 1940 al 1948 fu abolita e ripristinata diverse volte a causa della Seconda Guerra mondiale.Negli ultimi anni, nonostante il Parlamento Europeo avesse votato a favore dell’abolizione dell’ora legale nel 2021, l'Unione Europea ha dato  temopo ad ogni stato, fino alla fine di quest'anno, per decidere in autonomia, Il governo italiano ha depositato a Bruxelles la richiesta per mantenere la situazione attuale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambio dell'ora, ecco quando scatta: l'Italia non abolisce l'ora legale

ForlìToday è in caricamento