rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Imprese

Tutto nacque 66 anni fa dalla zia materna, poi ha ereditato la passione della madre: inizia un nuovo capitolo per il salone di acconciatura

Una passione, quella della 51enne Samantha Zattini, che si è trasformata in lavoro, prendendo le redini di un'attività iniziata ben oltre mezzo secolo fa e che da lunedì vedrà l'inizio di un nuovo capitolo

Ha ereditato la passione per il mondo dell'acconciatura sin da adolescente, osservando attentamente le mani leggiadre della madre all'opera. Una passione, quella della 51enne Samantha Zattini, che si è trasformata in lavoro, prendendo le redini di un'attività iniziata ben oltre mezzo secolo fa e che da lunedì vedrà l'inizio di un nuovo capitolo, con l'inaugurazione di un nuovo salone in via Antonio Beltramelli 50, al Ronco, ed una squadra affiatata, con l'imprenditrici che si avvale della collaborazione di quattro acconciatrici. 

Leggi le notizie di ForlìToday su WhatsApp

"Nasco da una famiglia di parrucchieri di generazione in generazione, ben nove, ma all'inizio volevo fare l'insegnante - racconta Zattini -. Dall'età di 15 anni ogni sabato andavo ad aiutare mia mamma in salone e così facendo mi sono appassionata al lavoro. Dopo aver conseguito il diploma da maestra, ho deciso di fare la parrucchiera, seguendo corsi e cominciando ad immaginare il mio salone ideale". La svolta nel 2014: "Quando mia mamma ha deciso di ritirarsi ho preso per mano l'attività, dando vita a "Maison'Co Samantha", sempre in via Antonio Beltramelli 50".

L'attività cambierà volto: "Si sono liberati degli spazi adiacenti al negozio e li ho acquistati per ampliare il salone, che ora conta tre grandi stanze e un giardinetto interno". Un'attività che va avanti da oltre sei decadi. Racconta l'imprenditrice. "Il negozio è stato aperto originariamente 66 anni fa dalla zia materna, poi è passato a mia mamma e per tanti anni abbiamo lavorato soltanto noi due. Quando il salone è diventato Maison'Co, ho assunto una nuova dipendente, perchè fortunatamente il lavoro era aumentato, segno che le scelte fatte fino a quel momento erano giuste. Poi ho assunto un'altra ragazza e un'altra ancora. E oggi posso contare sull'aiuto di Isaura, Kendra, Stefania e Silvia".

Per una parrucchiera il requisito principale è la professionalità insieme alla capacità di rispondere alle esigenze della clientela. "Credo che la cosa principale per un salone sia la giusta combinazione tra prodotti di qualità, non facilmente reperibili, per curare e mantenere i capelli sani e dipendenti capaci e disponibili - è l'opinione della 51enne -. Per questo, almeno quattro volte l'anno, facciamo corsi di aggiornamento, e da ognuno di essi cerchiamo di portare in salone qualcosa di nuovo e migliore. Forse è anche per questo che siamo stati scelti dalla Nashi (che produce prodotti per il settore, ndr) come salone partner, e ciò ci fa molto onore".

Lunedì è il giorno del coronamento di un progetto studiato e reso concreto col supporto anche di Cna e al taglio del nastro è atteso anche il sindaco Gian Luca Zattini: "In un periodo così difficile dal punto di vista economico, aver fatto un investimento così importante ha comportato diversi mesi di notti insonni e domande senza risposte, ma ho avuto la fortuna di essermi circondata di persone che mi hanno sempre sostenuta anche quando perdevo la certezza di stare facendo la cosa giusta. Penso che il valore aggiunto della mia attività sia aver ricreato un'ambiente familiare in cui il cliente può trovare calore, accoglienza e simpatia, ma soprattutto relax: grazie ai nostri lavatesta massaggianti, all'aromaterapia con i profumi dei prodotti naturali, alla musica di sottofondo e alle nostre chiacchiere". 

Lo staff di Maison'Co Samantha-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto nacque 66 anni fa dalla zia materna, poi ha ereditato la passione della madre: inizia un nuovo capitolo per il salone di acconciatura

ForlìToday è in caricamento