← Tutte le segnalazioni

Altro

Raccolta firme per una moschea in centro

Via Pietro Maroncelli, 3 · Centro Storico

Sono cattolico praticante e ritengo che l'unica risposta possibile alla violenza e al degrado sia l'integrazione tra etnie differenti, ottenuta radicalizzando la laicità dello Stato e difendendo i diritti di tutte le religioni. Io sono per il dialogo e vorrei istituire una raccolta firme per l'apertura di una Moschea in centro, in uno dei tanti edifici dismessi e sfitti. Cosa ne dite cittadini?

Spero di aprire un interessante dibattito

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (52)

  • Avatar anonimo di Riccardino ino ino
    Riccardino ino ino

    A Francoooo, ma nun c'hai proprio niente de mejo da fare??? Vuoi fare una moschea in centro perchè tu abiti in periferia e non ti lasciano girare in pace nel parco, ecco, te li vuoi togliere dai piedi? Bell'amico del giaguaro che sei!

  • Penso che il problema non sia costruire una moschea e normalmente potrebbere essere anche in atto dovuto perché giustamente uno deve poter essere libero di professare ol proprio credo. Solo quello che stiamo attraversando è in momento assai delicato che sposta tutte le priorità verso la sicurezza. Buona parte dei musulmani dovrà rendersi conto che DIO è buono e non può essere diversamente. Dio viole la libertà e la giustizia. In medio stat virtus. Tutto il resto è volontà a di dominio. Occorre il dialogo....quando possibile e abbiamo il dovere di tentare in ogni modo. Costruire o non la moachea è un pretesto utile a parlare di tutto questo. Occorre essere rispettosi e giusti....stupid is as stupid does...

  • Una domandina semplice, semplice: ma l'islam contrasta o no con l'ordinamento giuridico italiano? La poligamia, la pena di morte contro apostati, omosessuali ed adulteri, la pretesa superiorità dei musulmani sui "miscredenti" e dell'uomo sulla donna, sono o non sono in contrasto con i principi sanciti dalla nostra costituzione e dalle nostre leggi? Se la risposta è si, allora qualcuno sa dirmi perchè questo culto dovrebbe essere tutelato? Professarlo non è equiparabile, come minimo, all'apologia di reato?

  • Penso sia una pessima idea

  • Fatemi pensare...NO, NO, NO...eee...NOOOO!!!

  • Per ravvivare il centro e farci tornare i forlivesi manca solo la moschea... io non dico che non ci debba essere un luogo di culto di verso da quello cristiano , è giusto ma non facciamolo in centro, di zone dove farla ce ne sono altre, anche se ovunque troverebbe persone sfavorevoli, a me il centro non pare il luogo adatto ,non è per ghettizzare(concedetemi il termine) il culto religioso mussulmano, è che non vedo luoghi consoni da adibire all' uso, l'unico spazio che andrebbe sistemato è il vecchio distretto militare uno schifo in decadenza, ma a mio avviso li starebbe meglio un supermercato e nuove abitazioni , la moschea se proprio serve e la si vuole fare la farei zona fiera , ci sono lotti di terreno liberi ... oppure zona ronco la dove c'è la querzoli lo spazio non manca , altra zona dietro i romiti dove dovevano costruire il carcere ,(ho indicato zone di periferia dove ho ci sono spazi che potrebbero accogliere la moschea ,non voglio scaldare gli animi degli abitanti delle zone) ma a pagare deve essere la comunità mussulmana, come succede per i cattolici, se si vogliono fare ristrutturazioni nelle parrocchie si usano i soldi delle offerte dei credenti e della curia non quelli di tutti.

    • Dietro i Romiti il carcere lo stanno costruendo. AAhhh vuoi fare la moschea dentro al carcere! Scusa non l'avevo capito. :-)

      • in quella zona ci sono spazi...comunque buona idea :-D

      • Massimo nn male come idea, viste certe facce che vanno ad annusarsi piedi e culi, credo che sia l ubicazione migliore per buona parte degli amici di zanetti. Il quale non si rende conto del pericolo che stiamo correndo. Questi ci vogliono MORTI, come o quando non si sa, ma ci vogliono morti, perché infedeli. Hanno rimasto la testa nell'alto medio evo, e il " simpatico " zanetti, fai parte della vergogna di chi li aiuta nel loro scopo. La sinistra italiana ha combattuto da sempre contro la DC, appoggiata dalla chiesa, ora che finalmente può vendicarmi, lo fa, senza capire l'enorme danno per le future generazioni. Per zanetti vale il motto, "il nemico de mio nemico è mio amico "

  • Comunque Franco una risposta schietta, onesta e sintetica: la gente come te la manderei a predicare in Siria. Nulla di più, nulla di meno.

  • "Io sono per il dialogo e vorrei istituire una raccolta firme“: dove sta il dialogo in una raccolta di firme?

    • polemica sterile questa....

  • Anche io sono per il dialogo,ma vorrei che raggiunto il limite massimo di ingressi richiesti per avere un lavoro vero e che serva alla crescita,in Italia non arrivi piu' nessuno,e chi delinque,fuori subito e per sempre,con mano ferma.Poi,mi rivolgo a Zanetti,con quello che l'immigrazione incontrollata ha creato in Italia,come si puo' ragionare sempre a braccia aperte nei confronti di certe persone,che nel 90 %dei casi sono,riconosciuti,come i responsabili di atti delinquenziali di ogni tipo?Lei si ricorda che nel nostro Paese trentanni fa' si circolava per strada senza avere paura di farlo? gli Immigrati Italiani nel mondo hanno sempre rispettato le regole di ingresso,dei paesi che li ospitavano,non come da noi,che ognuno fa come gli pare.

    • No Zanetti certe cose non le vede , il cambiamento di questi trentanni per lui é :che noi percepiamo ma sostanzialmente non è cambiato nulla, invece è cambiato tanto e di parecchio!

  • Ma Zanetti, lei non era un rappresentante dell'UAAR, "Unione degli atei e degli agnostici razionalisti"? E si batte per l'apertura di un luogo di culto? Molto strano... Capisco che l'Uaar esista essenzialmente in funzione anticattolica, ma resta il fatto che l'islam resta una fede religiosa... I soliti due pesi e due misure? O c'è qualcos'altro che ci prepara il Comune? Perchè anche la lettera iniziale di "Franco", "cattolico praticante" che vuole "radicalizzare la laicità dello Stato" aprendo una moschea, mi puzza proprio. I soliti metodi agit-prop, eh Zanetti?

    • caro Bastian difendo la laicità. Applicando i suoi criteri, dovrei chiedere di chiudere le chiese cattoliche. Invece difendo il diritto di chiunque di pregare quello che vogliano a condizione che non COSTI NULLA alla comunità. Poi mi batto perchè ne gli islamici ne i cattolici impongano i loro dogmi alla società civile.

      • A me Zanetti pare che lei non sia un laico, bensì un anti-cattolico. Davvero, mi fanno inxxxxxe le sue stupide e scontante accuse nei confronti del cattolicesimo. In ogni suo commento vedo sempre accuse banali e nessuna apertura ad un minimo confronto di idee. Essere laici e agnostici significa esserlo. Non significa essere anti-cattolici. Mi sembra che abbia un po' perso il rispetto delle idee delle persone che le stanno attorno. Io sono cattolico, rispetto le sue idee da laico. Non le critico, è libero di fare quello che vuole, ma pretendo rispetto. L'ho incontrata per caso fuori da una chiesa. Io sono entrato, lei è rimasto fuori a schiamazzare come una gallina coi suoi compagni e a fare battute. Ecco un esempio di arroganza e mancanza di rispetto degli altri. Io non vengo a rompere i cxxxxni alle sue assemblee di laico-agnostici, faccia la stesso anche lei: impari ad avere rispetto degli altri, anche se li odia.

        • A me Zanetti pare che lei non sia un laico, bensì un anti-cattolico (...) In ogni suo commento vedo sempre accuse banali e nessuna apertura ad un minimo confronto di idee. Essere laici e agnostici significa esserlo. Non significa essere anti-cattolici. Mi sembra che abbia un po' perso il rispetto delle idee delle persone che le stanno attorno (...) impari ad avere rispetto degli altri, anche se li odia.

          Strano... ho proprio avuto la stessa impressione: che sia vero?

        • È chiaramente ancora amareggiato perché da piccolo non gli hanno mai fatto fare il chierichetto. Adesso tifa x i musulmani perché "il nemico del mio nemico è mio amico...."

  • Il primo problema è di carattere politico-giuridico. La nostra Costituzione prevede all’Art. 8: l’uguaglianza di tutte le confessioni; le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastano con l’ordinamento giuridico italiano; i loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze. Per i Musulmani, contrariamente a quanto accade per tutte le altre confessioni, questi accordi sono impossibili per la mancanza di una forma associativa chiaramente rappresentativa della maggioranza musulmana italiana. A questo va aggiunta la non sempre leale volontà di dialogo che sfocia nell’approfittare del nostro sistema di tutele, di garanzie, di assistenza senza mai reciproci doveri. Grazie alla considerazione paritaria, i loro parametri economici e familiari hanno depredato di fatto le famiglie italiane degli alloggi popolari. Sono poveri o nulla tenenti (sfruttati o no, lavorano a nero), hanno non meno di cinque figlio come da precetto e, codici alla mano, spetta loro un aiuto. Stesso discorso per il lavoro. I parametri di riferimento sono gli stessi, quindi assegno, aiuti e magari anche un posticino. Per te italiano disoccupato, hanno già deciso loro che tu quei lavori non li vorresti fare quindi: Amen. Con un’accoglienza del genere e fessacchiotta, perchè non avanzare altre richieste? ed allora “via il crocefisso dalla scuola, offende la nostra libertà religiosa ed il vostro Stato laico”. Basta con l’ora di religione, introduciamo lo studio dell’Islam. Classi miste per l’integrazione con la conseguente fuga dalle scuole pubbliche di bimbi italiani, per evitare di essere ancora alla lettera “m” in quinta elementare. A mensa cambio menù, la dieta mediterranea non risponde ai canoni dell’Islam, meglio carne e prodotti rigorosamente Halal. Un centro di preghiera manca? Dimmi dove vuoi la moschea che te la costruisco io. E tranquillo, nei centri di cultura islamica per rispetto non veniamo, fa nulla se poi tramate qualcosa, noi vi rispettiamo ;-)

    • per essere chiari, sono contrario a QUALSIASI simbolo religioso a scuola, e nei luoghi pubblici, contrario all'ora di religione per QUALSIASI CONFESSIONE , per il rispetto delle diete di cattolici , ebrei, e islamici a scuola, a condizione che riguardi solo loro, a differenza dei simpatici genitori di Cesenatico che volevano imporre la dieta della loro religione a tutti. Sull'apartheid tra bambini cattolici e non stendo un pietoso velo.

      • Te e il tuo pseudo-rispetto...rispettiamo pure gli altri che intanto ce lo mettono in c***. Il rispetto lo si guadagna, deve essere una cosa reciproca. Qui non è una questione di rispetto, qui se ne approfittano, conoscono i loro diritti più di noi, qui ci prendono per il c*** a casa nostra e questo non va bene. Vai a casa loro ad avanzare le stesse richieste....

      • Concordo in pieno.. per come la vedo io abolirei qualsiasi simbolo religioso.. poi tutti quelli che han precedenti di un certo tipo, se sono italiani in carcere, se non lo sono si mandano a casa loro.. paese controllato da nord a sud stile Australia.. saranno un po sofferenti i nostri cattolici senza una chiesa per andare a chiaccherare alla domenica.. credo che ci faranmo voentieri l'abitudine di pregare a casa con le porte aperte..in questo modo, le auto delle forze dell'ordine han sempre il pieno..

    • Chapeau! Speriamo solo che tra qualche anno ci sia un qualche zanetti che ci tuteli...

      • Se dobbiamo aspettare il Zanetti di turno fra qualche anno saranno i musulmani in italia e gli italiani in Siria!

  • Non ci dovrebbe essere bisogno di fare la raccolta di firme, perchè in un paese civile dovrebbero essere tutti d'accordo. Non sono credente, trovo che oggl l'integralismo islamico sia più nocivo di quello cattolico, ma che c'azzacca col scacrosanto diritto di avere un luogo in cui pregare, sancito dalla nostra Costituzione? Articolo 8 Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge.Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l'ordinamento giuridico italiano. I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze.

    • E' sicuro che nelle moschee si vada solo a pregare? Perchè nessuno obietta se si costruiscono luoghi di culto di tante altre religioni e le obiezioni ci sono solo per le moschee? Se lo è mai chiesto?

      • Giuliano, mi scusi quante religione non cristiane aprono templi in italia? qualche sinagoga, e poi? A e mi scusi se la pericolosità del luogo di culto è tale da spingerla a non volerlo fare , sulle chiese cattoliche in cui sono avvenuti reitereti casi di pedofilia, non ritiene siano altrettante pericolose delle moschee...

        • Avatar anonimo di Riccardino ino ino
          Riccardino ino ino

          no

        • No.

  • Francoooooo oh Francooooo! La Moschea aprila in casa tua ed invitali a tue spese grazie!

    • Prendo atto che secondo voi Forlì non è casa mia. Di conseguenza il commento di Alessandro, però, perde un il suo contesto. Perchè era ovvio che lui riteneva Forlì e l'Italia casa sua. E io, come forlivese e italiano, ho lo stesso diritto di dirlo. Se questa città non è casa mia, non lo è neanche di quelli che la moschea non vogliono. E mo?

    • le comunico che Forlì è casa mia, e la moschea ce la voglio.

      • Accipicchia che casa grande... quando arriva la luce sono dolori :-D !

      • E se la vuole Lui... Viva il dialogo!

      • Non sapevo che Forlì avesse un padrone.. Forlì NON è casa sua , ma DEI forlivesi.. quindi la sua idea si deve scontrare con altri che la pensano come lei e altri l'opposto. quindi se ne ha una lei è proprietario di casa sua, può farne ciò che vuole, ospitare, regalare ecc..provi ad andare a casa di qualcuno a dire:questa è casa mia, per sentire la risposta.. facile!.. Forlì è casa mia.. osta che sbo.rone..

        • Ma il credo di Zanetti è questo: "La moderna proprietà privata borghese è l'ultima e la più perfetta espressione dei modi di produzione e appropriazione di prodotti che poggia sugli antagonismi di classe, sullo sfruttamento degli uni da parte degli altri. In questo senso, i comunisti possono riassumere la loro teoria in quest'unica espressione: abolizione della proprietà privata." K. Marx Valà Zanetti, sei sempre tu, "uomo del mio tempo"...

      • Spero e penso, quindi che la vogliano anche tutti coloro che hanno votato PD e ti hanno dato la preferenza. Anche se non mi piace ciò che pensi, devo darti atto che hai il coraggio delle tue azioni.

        • Ci vuol poco coraggio a sostenere certe iniziative politically correct nel voivodato bulgaro romagnolo

      • Dai vallà...dillo che stai scherzando! ;-)

  • Perchè dobbiamo permettere la costruzione di moschee se nei Paesi arabi è proibita la costruzione di chiese?Dovrebbe trovare applicazione il concetto di reciprocità. Quando in detti Paesi si potranno costruire chiese sarò ben lieto di firmare per costruire moschee in Italia.

  • Il problema è che a molti di loro non interessa l'integrazione, perché chi vuole integrarsi lo ha già fatto, moschea o non moschea. Credo altresì che loro quando arrivano sanno che siamo cattolici e che se non gli sta bene possono andare da altre parti, del resto anche nei loro paesi non è facile pensare diversamente da loro.

    • interessante, quindi, secondo lei, integrarsi vuol dire rinunciare alla propria religione? Quindi gli italiani negli USA sarebbero dovuti divenire protestanti? E, mi scusi, un italian musulmano (e ce ne sono) non ha il diritto di avere una moschea? Mi pare, il suo, un dscorso da integralista.

      • Perché non va nel loro paese con le stesse pretese che hanno loro da noi, vada vada..

        • Sandrone studi. Magari in un asilo di suore come ha fatto Magdi Allam in Egitto. E #stiasereno che nessuno cerca di convertirla.

        • Hai già risposto per me.

  • Poteva essere interessante se non fosse per i moderatori troppo stretti di questo sito... Ti lasceranno leggere solo le cose positive)))

  • Contraria. Vivendo non molto lontano da un centro culturale islamico già esistente nel centro, non vedo l'ora che lo spostino! O eliminano (non vi posso descrivere i fiumi di urina di venerdi). Aprire una MOSCHEA significa tagliare fuori dalle loro cose interne le forze d'ordine italiane: solo per entrare in una MOSCHEA (inseguendo un sospettato terrorista, per esempio) dovrebbero chiedere il permesso al imam. Impensabile.

    • Cara Eritema, le segnalo che in Italia i terroristi che entrano in moschea sono , di solito, nostri concittadini, e non islamici, Come Roberto Sandalo ex prima line e ex camicia verde padana, che ci metteva bombe. O gli imbecilli che a dicembre han dato fuoco al centro islamico di S.Agata Feltria, e poi a quello di Massa Lombarda.

      • Caro Ludovico, non mi frega che nazionalita' inseguono i poliziotti. Ma la impossibilita' di prenderlo senza il permesso del imam. Capisci?

        • mi scusi, mi legge l'articolo di legge che vieta l'ingresso in un posto pubblico in caso di flagranza di reato, e in qualsiasi posto con un mandato? No perchè questa me la devo essere persa... credo che l'extraterritorialità di una chiesa non valga dal medioevo.

Segnalazioni popolari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento