rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
La caccia al 6

SuperEnalotto, il jackpot raggiunge la storica cifra di oltre 300 milioni di euro. A Forlì il "6" venne centrato nel 1998

Il jackpot dei sogni, messo in palio dal Superenalotto, ha toccato la cifra record di oltre 300 milioni di euro, quella che sarebbe una vincita record nella storia dei giochi del nostro paese

A Forlì il "6" dei record è stato sfiorato lo scorso 15 settembre, con un "5" centrato alla tabaccheria "Contrada Grande" di via Giorgio Regnoli che aveva fruttato al fortutato scommettore oltre 32mila euro. Il jackpot dei sogni, messo in palio dal Superenalotto, ha toccato la cifra record di oltre 300 milioni di euro, quella che sarebbe una vincita record nella storia dei giochi del nostro paese. L’attesa dura da un anno e mezzo, da quel 22 maggio 2021 in cui nelle Marche un fortunato vinse ben 156 milioni di euro. Ma stavolta la cifra è ancora più alta, anzi la più alta di sempre in Italia e non solo. I 6 numeri estratti consentirebbero infatti di battere il record di 209 milioni vinti a Lodi il 13 agosto 2019. 

I 300 milioni odierni - rende noto Agimeg - sono il premio più alto mai messo in palio nella storia delle lotterie europee, davanti ai 220 milioni di euro vinti proprio con l’EuroMillions nell’ottobre 2021 in Francia. Negli ultimi anni sono state tante le vincite memorabili al Superenalotto. Il 30 ottobre 2010 a Milano ben 177 milioni di euro, a ottobre 2016 invece 163 milioni di euro a Vibo Valentia. Scavando ancora indietro nel tempo, quando ancora le vincite erano in lire, la vincita record col vecchio conio era stata di 63 miliardi il 31 ottobre 1998 a Foggia.

Per quanto riguarda il Forlivese, la dea bendata ha spesso fatto visita nel nostro comprensorio. Nel 1992 alla tabaccheria Conti di San Martino in Strada, il Totocalcio regalò una vincita col botto da un miliardo e 103 milioni di lire, poco meno di 600mila euro, ma che all’epoca faceva faceva uscire fuori dalle orbite gli occhi. Il colpo più grosso arrivò nel giugno 1998, in viale dell’Appennino: nella ricevitoria Rondoni fu centrata la sestina vincente al Superenalotto, che risulta tuttora la maggiore vincita riscossa in città: 16 miliardi e 277 milioni.

Arrivando ai giorni d'oggi, le maggiori soddisfazioni sono arrivate dal gratta e vinci, con la signora fortuna che ha dispensato lo scorso febbraio mezzo milione di euro ad un fortunato cliente del "Bar Nero" e la stessa somma al cliente della tabaccheria "Naldini Daniele" di Galeata che il 28 settembre 2021 aveva tentato la sorte con un tagliando della serie "Tutto per tutto". Di recente a Forlì sono stati vinti oltre 23mila euro al Lotto, anche se non è stato indicata la ricevitoria dove è stata giocata la schedina. 

La caccia al "6" continua, ma quali sono le regole da seguire per riscuotere il super jackpot? Queste le indicazioni di Agimeg: occorre recarsi presso uno dei due Uffici Premi di Sisal che si trovano a Roma (Viale Sacco e Vanzetti, 89) o a Milano (Via Ugo Bassi, 6), aperti dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, portando la schedina vincente integra, insieme ad un documento di identità, codice fiscale ed iban del conto sul quale si vuole fare accreditare la somma vinta (non si può richiedere il pagamento in contati). Attenzione: la schedina è un “titolo al portatore”. Quindi chiunque può presentarlo all’incasso. Ci sono 90 giorni di tempo per richiedere il pagamento a partire dalla pubblicazione del Bollettino Ufficiale della combinazione vincente sul sito www.superenalotto.it. Il pagamento avverrà entro 91 giorni solari In caso il premio non venga riscosso, la somma sarà versata nelle casse dell’Erario.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

SuperEnalotto, il jackpot raggiunge la storica cifra di oltre 300 milioni di euro. A Forlì il "6" venne centrato nel 1998

ForlìToday è in caricamento