social

Tutto il gusto del vin brulé in una ricetta da sperimentare a casa

Una delle bevande invernali per eccellenza. Ecco come prepararlo comodamente nella propria cucina

Dolce, speziato e ben caldo, il vin brulé è una bevanda sempre molto gradita nei mesi invernali per combattere il freddo con un aroma gustoso. Diffusa un po' in tutta Europa, questa bevanda calda a base di vino (solitamente rosso) pare sia noto fin dall'antichità

Compagno ideale di caldarroste e dolci, il vin brulé si consuma solitamente passeggiando tra feste e mercatini invernali, ma se mancano le occasioni e non si può uscire, allora lo si può preparare anche a casa propria. Vediamo come.

La ricetta del vin brulé

Ingredienti

1 l Vino rosso,
100 g Zucchero,
Scorza d'arancia
Scorza di limone,
2 stecche di Cannella
Chiodi di garofano q.b.
Bacche di ginepro q.b.
1 Anice stellato 
Noce moscata q.b.

Preparazione 

Dopo aver lavato e ricavato la scorza dall’arancia e dal limone versate  in una pentola capiente lo zucchero e tutte le spezie, mescolate con cura fino a quando non si saranno amalgamati bene, il tutto a fuoco ancora spento. Aggiungete anche la scorza degli agrumi, quindi accendete la fiamma e versate anche il vino rosso. Tenete sempre mescolato il liquido e portate a ebollizione. Quindi fate sobbollire a fiamma dolce per 5 minuti continuando a mescolare fino al completo scioglimento dello zucchero. 

A questo punto avvicinate una fiamma alla superficie del vino (se non avete un cannello potete usare uno spiedino di legno), fate molta attenzione a non scottarvi. L’alcool contenuto nel vino prenderà fuoco e dovrete lasciarlo fiammeggiare fino al completo spegnimento. Una volta spentosi il fuoco filtrate il vin brûlé con un colino a maglie molto fitte e servite il vin brulè ancora caldo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto il gusto del vin brulé in una ricetta da sperimentare a casa

ForlìToday è in caricamento