Dovizioso: "Forse è la mia vittoria più bella. Ho fatto qualcosa di pazzo"

"Stiamo soffrendo tanto e lavorando tanto, ma è un successo che dà tanta energia per il futuro".

"Forse è la mia vittoria più bella". Andrea Dovizioso si gode la 14esima perla nella top class, la 23esima nel Motomondiale. Un gradino più alto del podio guadagnato con un sorpasso d'antologia su Marc Marquez. Il forlivese ha respinto l’assalto dello spagnolo, che voleva a tutti i costi rompere il dominio della Ducati nell’unica pista nella quale in top class non ha mai vinto. Un sorpasso da cineteca, che Dovi stesso ha definito "qualcosa di pazzo". "Sembrava impossibile - evidenzia - non pensavo di entrare in quella curva. Però era l’ultima e dovevo farlo. Se fossi arrivato troppo lungo mi sarei classificato secondo, ma avevo una buona sensazione".

Il ducatista ripercorre il film della gara. "Con la scelta della gomma abbiamo avuto fortuna, perché nessuno sapeva come sarebbe andata la soft, ma con la morbida verso fine gara avevo un buon grip a destra e questo mi ha consentito di tentare con successo quel sorpasso incredibile all’ultima curva. La mia strategia per la gara è stata quella di essere aggressivo fin dal primo giro, ma Marquez è stato più aggressivo di me. Lui ha provato da subito ad imporre il suo ritmo ma io gli ho sempre risposto e verso la fine credo che avesse le gomme più consumate delle mie per cui sono riuscito a restargli attaccato fino alla fine".

 Poi il sorpasso d'antologia, con irrazionalità del cavallo nero che ha prevalso sulla ragione di quello bianco. "Stavolta ho fatto qualcosa di pazzo - esclama -. Quello è un punto in cui non puoi davvero sorpassare". Poi una dedica speciale: "Sono molto contento per tutte le persone che lavorano in Ducati e per Luca (Semprini, l’addetto stampa di Ducati scomparso pochi giorni fa a 35 anni, ndr). Stiamo soffrendo tanto e lavorando tanto, ma è un successo che dà tanta energia per il futuro".

Commenta Luigi Dall’Igna, direttore generale di Ducati Corse: "Credo che quella di oggi sia stata una delle gare più belle ed emozionanti degli ultimi anni. È stato un duello bellissimo e corretto che ha visto un ultimo giro fantastico da parte di Dovi e le ultime due curve veramente da capolavoro, per cui faccio ad Andrea i miei complimenti più sinceri. La difficile qualifica e una brutta partenza hanno invece sicuramente pregiudicato la gara di Danilo perché riuscire a recuperare su questa pista non è mai facile". I piloti della MotoGP torneranno in pista nel Regno Unito per il British GP, in programma dal 23 al 25 agosto sul circuito di Silverstone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una domenica con il ritorno della neve a bassa quota: le previsioni e l'allerta meteo

  • Vincono online centinaia di migliaia di euro: si dichiarano poveri e percepiscono il reddito di cittadinanza, denunciati

  • La morte improvvisa dell'infermiere Maurizio: "La sua umanità e il suo sorriso resteranno vivi ed indelebili nei nostri cuori"

  • Coronavirus, palestre ancora chiuse. "Contagi ancora alti. La riapertura è lontana"

  • Riapre per pochi giorni il temporary outlet di Flamigni per vendere le scorte di panettoni e pandori

  • Jovanotti e la lunga battaglia della figlia Teresa contro il cancro: "E' stata pazzesca"

Torna su
ForlìToday è in caricamento