A Meldola una sfilata di auto storiche per il 14esimo "Giro dei 4 Castelli"

Il percorso sulle colline romagnole è stato intervallato da tre serie di rilevamenti cronometrici al centesimo di secondo, a Meldola nelle strade che si snodano attorno all’Azienda Cosmogas e sulla Strada di Mezzo davanti all’azienda Tedaldi

Sabato si è disputata la 14esima edizione della "Coppa Città di Meldola Giro dei 4 Castelli", manifestazione di auto storiche con prove di abilità, con velocità inferiore a 40 hm/h. La gara è stata organizzata dalla Scuderia Racing Team Le Fonti di Meldola con il pieno appoggio e il Patrocinio del Comune di Meldola. E' stato scelto un percorso che ha dato modo ai partecipanti di percorrere con le loro auto storiche le strade attorno ai meravigliosi quattro castelli, toccando anche altre località come Fratta Terme, Polenta di Dante, Rocca delle Caminate, Predappio, Galeata e Civitella per un totale di 88 chilometri. Il percorso sulle colline romagnole è stato intervallato da tre serie di rilevamenti cronometrici al centesimo di secondo, a Meldola nelle strade che si snodano attorno all’Azienda Cosmogas e sulla Strada di Mezzo davanti all’azienda Tedaldi.

Trentasette gli equipaggi al via, provenienti da diverse regioni: Lombardia, Veneto, Toscana, Umbria e Marche, tanti dalle città dell’Emilia Romagna come Parma, Bologna, Pianoro Ferrara, Bondeno, Modena, Faenza, Rimini, Cesena un folto gruppo anche dal vicino Stato di San Marino, tanti i romagnoli portacolori della Scuderia organizzatrice. 88 i chilometri attorno hai castelli del paese bidentino e sulle colline romagnole passando per Fratta Terme, Molino del Gesso dove era previsto un controllo a timbro con consegna a tutti i partecipanti di una calamita in ceramica con il logo della manifestazione, Polenta di Dante, Casticciano, si è poi saliti a Rocca delle Caminate e scesi a Predappio lungo i 20 mitici tornanti, San Zeno, Passo delle Cento Forche, Galeata, Civitella, Cusercoli e San Colombano.  A vincere i perugini Marco Gaggioli e Andrea Pierini su Autobianchi A112 del 1972 con 71 penalità, sul secondo gradino del podio i parmensi Armando Fontana e Tiziana Scozzesi Autobianchi A112 Abarth del 1972 con 92 penalità, al terzo posto il marchigiano classe 1934 Giampaolo Paciaroni Autobianchi A112 Elite del 1981 con 100 penalità.

La gara

Subito dopo la partenza nelle strade attorno al azienda Cosmogas Caldaie, un gruppo di tre prove cronometrate con dodici rilevamenti ha messo a dura prova i concorrenti stilando una classifica provvisoria che già intravedeva chi poteva lottare per le zone alte della classifica, in testa dopo queste prime dodici prove il perugino Gaggioli su Autobianchi A112 a poca distanza il parmense Fontana Autobianchi A112 Abarth seguito dal terzo il marchigiano Paciaroni Autobianchi A112 Elite, al quarto posto il Modenese Marani Porsche 911 RS, al quinto il ferrarese Tondelli Innocenti Mini Cooper, al sesto il rocchigiano Liverani Morris Minor Covertibile, al settimo il pisano Carpita Fiat Tipo, all’ottavo il sammarinese Zonzini, al nono la prima Lady la forlivese Franca Agnoletti Suzuki Swift, al decimo il meldolese Bentivogli Fiat 1500 Spider. 

Nel secondo gruppo di prove sempre in zona Cosmogas con otto rilevamenti la classifica dei primi dieci non ha subìto particolari variazioni. Decisiva è stata quindi la prova di San Colombano, affrontata al imbrunire, ma con pressostati fluorescenti e birilli illuminati. In queste ultime prove i primi tre della classifica hanno mantenuto la media di gara e quindi consolidano le loro posizioni, mentre Marani ha guadagnato una posizione ai danni di Zonzini. Chi ha fatto il balzo più lungo in avanti è stata Franca Agnoletti, scavalcando Liverani, Bentivogli e Carpita. Il migliore in questo gruppo di prove è stato Casadei, ma non sufficiente per entrare in top ten.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Classifica dei primi dieci

1-Gaggioli Pierini A112 del 1972
2-Fontana-Scozzesi A112 Abarth del 1972 Scuderia Nettuno
3-Giampaolo Paciaroni A112 Elite del 1981Caem Scarfiotti
4-Tondelli-Tondelle Innocenti Mini Cooper del 1970 Team san Luca
5-Marani-Sighinolfi Porsche 911 RS 2.7 del 1973 RT Le Fonti  
6-Zonzini-Botteghi Alfa Romeo Alfasud QV del 1982 San Marino R
7-Agnoletti-Maroni Suzuki Swift del 1993 Racing Team Le Fonti
8-Bentivogli-Bentivogli Fiat 1500 Spider del 1966 RT Le Fonti
9-Liverani-Strada Morris Minor Convertibile del 1958 RT Le Fonti
10-Maselli-Belletti Innocenti Mini De Tomaso del 1980 Scuderia HF
Primi di categoria:
A-Bantivogli-Bentivogli Fiat 1500 Spider 1966
B-Gaggioli-Pierini A112 1972
C-Giampaolo Paciaroni A112 1981
D-Cavalli-Ceccoli Lotus Elise Tipe 2001  
Classifica Lady:
1-Agnoletti Franca-Meris Maroni Suzuki Swift 1993
2-Rita Magnanini-Valentini Lancia Fulvia Coupè 1966
3-Mascia Rossi-Casimirri Fiat X1/9 1974
4-Luisella Maspes-Clerici Alfa Romeo Spider 1991
5-Veronica Landucci-Fedeli Fiat 850 Sport 1969
Coppa Lancia “Gaetano Minghetti” prima Lancia classificata:
1-Maganini-Valentini Lancia Fulvia Coupè 1966
Memorial “Eugenio Pippo Bentivogli” auto più rappresentativa:
1-Marani-Sighinolfi Porsche 911 RS 2.7 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata non abbandona Corso Garibaldi: nuovo colpo al Lotto con un terno

  • La Bidentina si macchia di sangue: schianto contro un albero, perde la vita sotto gli occhi della fidanzata

  • Morto sulla Bidentina, Andrea superò un grave incidente. La sua esperienza per un progetto per giovani

  • Coronavirus, ci sono i primi due studenti positivi: nessuna chiusura di classi e scuole

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: nuovi contagiati riconducibili a focolai già noti

  • Commando armato assalta una villa: minuti di terrore per una famiglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento