Al Morgagni la prima sfida del 2019 offre il derby con la Savignanese, Protti: "Avrei voluto giocare contro l'Isernia"

Per i biancorossi si tratta della prima sfida del 2019, non avendo disputato la gara della scorsa settimana ad Isernia a causa delle intense nevicate che si sono abbattute nel centro-sud Italia

All'andata si imposero i gialloblu, con un gol di Guidi. Si gioca sabato pomeriggio, con calcio d'inizio alle 14.30, il derby tra Forlì e Savignanese. "Affronteremo una squadra un po' più rodata, con una partita in più di noi sulle gambe che ha anche vinto - esordisce mister Stefano Protti -. Si tratta di un'ottima squadra dotata di giocatori di livello come Pazzini, Peluso e Longobardi. Giocano con una forte intensità e ripartono molto bene".

Per i biancorossi si tratta della prima sfida del 2019, non avendo disputato la gara della scorsa settimana ad Isernia a causa delle intense nevicate che si sono abbattute nel centro-sud Italia. "Eravamo pronti per giocare e siamo contrariati per non averlo fatto - confessa Protti -. Avrei potuto constatare una eventuale crescita a livello di gioco. Comunque abbiamo lavorato tanto e andiamo incontro a un periodo di partite importante, dove saremo molto impegnati".

Non ci sarà Di Benedetto, che dovrà rimanere fermo per un piccolo stiramento per 20 giorni, mentre il resto della squadra è a completa disposizione. "Con l’arrivo di Aglietti possiamo contare sull’apporto di tre portieri di cui due Under, sempre in attesa di Pavan - commenta l'allenatore in merito all'ultimo arrivato -. Tommaso proviene da un settore giovanile importante e ha po' più di esperienza, anche se non ha giocato molto nella prima parte di stagione. Speriamo che ci possa dare una grossa mano ed è a disposizione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Protti si affiderà all'esperienza di Cascione: "E' giocatore che non ha bisogno di presentazioni. E’ un ragazzo serio, leale e bravo. Come squadra, dovremo essere capaci di aiutarlo ad esprimersi al meglio, in modo tale che lui possa aiutare noi a giocare nel migliore dei modi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio nella zona industriale, un nuvolone nero altissimo preoccupa i forlivesi

  • Coronavirus, altri due morti a Forlì. I casi nel Forlivese salgono a 335

  • Bar aperto e colazioni ai clienti: tutti finiscono multati. Trovato aperto anche un minimarket: chiuso e multato

  • Coronavirus, rallenta ancora la crescita dei contagiati. Ufficializzate le prime guarigioni forlivesi

  • Coronavirus, nuova impennata di casi in provincia: +95 in 24 ore. E Forlì registra un'altra vittima

  • Coronavirus, un altro morto a Forlì. In città superati i 200 casi. E in provincia sono 775

Torna su
ForlìToday è in caricamento