rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Altro

Dakar 2022, la paura è alle spalle: Gaspari dimesso dall’ospedale dopo lo scontro frontale

L’impatto è stato molto violento e a riportare i danni maggiori è stato Gaspari che è stato subito soccorso

Domenica al bivacco di Al Dawadimi era piombato il silenzio quando erano giunte notizie discordanti circa uno scontro frontale nel quale erano rimasti coinvolti il bergamasco Marco Carrara e il forlivese Enrico Gaspari. Il loro Light Prototype Zephyr preparato da Ph Sport era l'unico che aveva riportato delle conseguenze nello scontro frontale con l’SSV della Snag Racing Team condotto dai russi Sergey Kaziakin e Anton Vlasink.

L’impatto è stato molto violento e a riportare i danni maggiori è stato Gaspari che è stato subito soccorso. In un primo momento L e sue condizioni sono parse abbastanza serie, sebbene il forlivese sia stato sempre perfettamente cosciente. E’ intervenuto l’elicottero del servizio medico, atterrato accanto alle due vetture per caricare Gaspari e trasferirlo d’urgenza all’ospedale di Riyadh. Qui i medici hanno potuto effettuare i controlli clinici che hanno evidenziato un problema ad una vertebra. Altri esami hanno avuto esito negativo e lunedì mattina Gaspari è stato dimesso dall’ospedale.

Carrara riporta la dinamica dei fatti: “Avevamo fatto inversione di rotta dopo una quarantina di chilometri nella speciale dopo di che abbiamo perso un waypoint del roadbook e, mentre stavano cercando di ritrovare la rotta giusta girando attorno ad una specie di canyon senza una gran visuale, pensando di essere sulla traccia giusta. Andavamo a tutta sia noi che loro, che provenivano dalla parte opposta. Entrambi abbiamo impostato la curva stretta e quando ci siamo visti non abbiamo neanche avuto il tempo di frenare e ci siamo scontrati con il mezzo russo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dakar 2022, la paura è alle spalle: Gaspari dimesso dall’ospedale dopo lo scontro frontale

ForlìToday è in caricamento