rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Motomondiale

L'annuncio di Andrea Dovizioso: "Nel 2023 non correrò in MotoGp"

Lo ha annunciato il pilota di Forlì in un'intervista esclusiva rilasciata al sito ufficiale del Motomondiale

Andrea Dovizioso nel 2023 non sarà al via del mondiale MotoGp. Lo ha annunciato il pilota di Forlì in un'intervista esclusiva rilasciata al sito ufficiale del Motomondiale. Rientrato nella massima serie nel 2021 con la Yamaha del team Rnf dopo un periodo sabbatico iniziato in seguito al divorzio con la Ducati, l'ex iridato della 125cc ha spiegato che "non c'è ragione" che il prossimo anno sia al via del campionato. 

"Ho sempre detto che se non fossi stato competitivo non sarei rimasto, perché non ti diverti a fare fatica, specialmente dopo aver gareggiato per 20 anni - spiega Dovizioso -. Non ho provato a trovare nessuna sella per il prossimo anno". Con la Yamaha M1 non ha trovato il feeling che si aspettava, facendo un confronto con Fabio Quartararo, che guida il campionato: "Se non guidi come lui è molto difficile essere competitivo".

Inoltre, aggiunge, "se lui vince c’è una ragione, quindi puoi essere veloce. Ma se tutti gli altri si lamentano significa che non ci sono molti modi. Io e Franco Morbidelli ad esempio guidiamo in modo opposto, ma i nostri risultati sono simili". Quanto alla mancata competitività, "non mi era mai capitato, è qualcosa di nuovo per me, ma è una realtà. La MotoGp è cambiata, i rivali sono cambiati, il modo di guidare è diverso. Ci sono tante piccole ragioni e se metti insieme il tutto capita quello che mi sta succedendo in questo momento". 

Ancora 9 gare e poi Dovizioso lascerà il paddock in cui è stato protagonista per 15 stagioni, collezionando in MotoGp 15 vittorie e tre secondi posti nel Mondiale dopo duelli con Marc Marquez che hanno infiammato i weekend di gara dal 2017 al 2019. Il forlivese tuttavia non sembra particolarmente turbato: "Sono tranquillo, ho già fatto il test di cosa vuol dire restare fermi, non vorrei finire la stagione in questo modo, ma nessuno ha tutto sotto controllo. Ogni gara però è molto difficile perché parto indietro, cosa che complica ulteriormente le cose".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'annuncio di Andrea Dovizioso: "Nel 2023 non correrò in MotoGp"

ForlìToday è in caricamento