Lunedì, 15 Luglio 2024
Altro

Assoluti di atletica, come sono andate le gare degli atleti della Libertas

Un regolamento innovativo che ha consentito a diversi atleti bianco-rossi di prendere parte alla rassegna nazionale e scendere in pista con campioni europei e olimpici

La Libertas Atletica Forlì è stata presente agli Assoluti di Molfetta dello scorso weekend. Alla gara più importante della stagione agonistica 2023, si sono confrontati i migliori atleti del ranking nazionale di tutte le specialità, selezionati sia per ammissione diretta col conseguimento del minimo Fidal, sia con la partecipazione alle qualificazioni del Challenge di Modena. Un regolamento innovativo che ha consentito a diversi atleti bianco-rossi di prendere parte alla rassegna nazionale e scendere in pista con campioni europei e olimpici: Francesco Amici nel decathlon, nei 400hs e nella staffetta 4x400, Francesco Bertozzi nel giavellotto e la staffetta 4x400, composta da Luca Marsicovetere, Frabrizio Caporusso, Alexander Bartolini e Riccardo Sintoni che ha sostituito Francesco Amici, escluso per regolamento dalla staffetta perché iscritto al decathlon.

Francesco Amici, alla sua seconda partecipazione agli Assoluti del decathlon, si presenta ai blocchi di partenza dei 100 metri in condizioni non eccellenti, per i postumi di un infortunio agli adduttori che ne ha condizionato la preparazione nelle ultime settimane prima degli assoluti. Tuttavia le gambe girano bene e termina il primo dei 10 impegni col primato personale di 11”22 nei 100 metri. Poi è la volta del salto in lungo dove ottiene il suo secondo primato personale con m.6,56, ma cominciano i primi risentimenti muscolari che condizionano fortemente la sua terza gara, il lancio del peso, dove le prerogative tecniche presuppongono sollecitazioni che acutizzano i dolori alle gambe. Ritiro inevitabile anche per non aggravare l’entità dell’infortunio.

Sempre nella prima giornata di gare è sceso in pedana anche il giavellottista Francesco Bertozzi, reduce dal brillante 9° posto al Challenge, che gli ha consentito di conquistare il pass per questi Assoluti. “Un’esperienza che difficilmente dimenticherò perché competere con i migliori specialisti italiani è stato emozionante e mi ha dato la consapevolezza di essere in grado di ambire alla finale del prossimo anno. Anche perché dopo oltre un mese di preparazione discontinua, i m.63,77 del Challenge e i m.62,52 di questi Assoluti, fanno ben sperare in ulteriori miglioramenti”, dice Bertozzi.

Infine la staffetta 4x400. La Libertas schiera una formazione rimaneggiata ma colma di talenti: Fabrizio Caporusso al blocco di partenza (finalista ai Campionati Italiani Allievi nei 100m e 200m), Riccardo Sintoni (16° ai Campionati Italiani Juniores negli 800m e 1500m), Alexander Bartolini (11° e 14° ai Campionati Italiani Promesse rispettivamente nei 400hs e 110hs) e Luca Marsicovetere (2° ai Campionati Italiani Juniores nei 400m, convocato per gli Europei Under 20 di Gerusalemme). “Una formazione giovanissima con una media di 18 anni e questo fa ben sperare per il futuro già dal prossimo anno, per ambire ad un piazzamento ancora più prestigioso dell’11° posto di questi Assoluti. Bravissimi tutti i componenti della staffetta e grande soddisfazione per la prima partecipazione a questo importante appuntamento agonistico. Per quanto riguarda Luca Marsicovetere ottima la sua prestazione, con una gestione accurata della gara e una tenuta che gli hanno consentito di guadagnare posizioni sul finale. Un buon viatico in vista dei prossimi Campionati Europei”, commenta Alberto Donati, tecnico e responsabile del settore velocità della Libertas.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assoluti di atletica, come sono andate le gare degli atleti della Libertas
ForlìToday è in caricamento