rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Automobilismo

Automobilismo, Jacopo Faccioni domina al Paul Ricard la finale europea dell’Ultimate Cup Series

Con il forlivese hanno gareggiato lo svizzero Axel Gnos e l'inglese  Jemie Falvey

Non poteva concludersi in modo migliore la stagione agonistica 2023 per Scuderia N.T. con Jacopo Faccioni che in Francia al "Paul Ricard" di Le Castellet ha vinto la 4 ore, finale europea dell’Ultimate Cup Series. Con il forlivese hanno gareggiato lo svizzero Axel Gnos e l'inglese  Jemie Falvey. L’auto con la quale hanno conquistato la vittoria è la Ligier LMP3 gestita in pista dal team Virage per conto di Scuderia N.T., non ha avuto alcun problema sia in prove libere che in qualifica ed in gara. Dopo i tre turni di prove libere del giovedì e i due del venerdì, sabato si sono disputati tre turni di qualifica di quindici minuti ciascuno, uno per pilota, per determinare la posizione in griglia di partenza. I piloti hanno trovato a fatica un giro con pista libera essendo circa 40 auto sul circuito con un intenso traffico; la somma dei tempi ha fissato nell’ottava casella la posizione di partenza.

Domenica la gara è partita alle 14,15 , Faccioni ha preso il via per il primo turno di guida, dopodiché è toccato a Falvey, quindi a Gnos. La strategia vincente è stata dettata dell’ingegnere di pista che ha fatto fare il primo rifornimento nel penultimo giro del pilota forlivese, quando la gara era stata neutralizzata (full corse yellow) e le auto dovevano attenersi ad una velocità piuttosto ridotta per permettere l’intervento degli addetti per rimuovere auto ferme lungo il tracciato ed il ripristino delle barriere protettive danneggiate; questo ha fatto guadagnare 25/30 secondi.

“Non poteva andare meglio di così - sostiene Faccioni- abbiamo azzeccato ogni cosa , ognuno dei tre ha sempre ottenuto ottimi tempi nel proprio stint di guida, abbiamo inotre un ottimo ingegnere di pista e stratega che ci ha permesso di guadagnare secondi preziosi nonostante le penalità in tempo che abbiamo subito per la classificazione piloti. Come sempre nelle gare di durata i fattori sono diversi : la velocità, la preparazione dell’auto, l’ingegnere, i meccanici, l’organizzazione e non ultimi anche i sostenitori economici – sponsor – che tutti assieme hanno permesso il risultato, risultato di squadra quindi. Come Scuderia N.T. vogliamo anche ricordare che Davide Olivi, altro pilota forlivese della Scuderia, parteciperà in Croazia ad una gara automobilistica internazionale nella quale ci si augura che il risultato sia positivo come quello del suo conterraneo". Ora pausa invernale con l’obiettivo di organizzare la preparazione per il prossimo anno, i programmi ed anche le scelte tecniche, operative e  gestionali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Automobilismo, Jacopo Faccioni domina al Paul Ricard la finale europea dell’Ultimate Cup Series

ForlìToday è in caricamento